Flavia Tartaglini ci racconta Flavia Tartaglini

Pubblicato il autore: Paolo Bellosta Segui

Tartaglini
Riprendiamo l’intervista alla regina del windsurf Flavia Tartaglini. Testo integrale di ilfaroonline.it.

Cara Flavia, portiamo all’attenzione dei molti sportivi, la tua disciplina. Quali sono le sue caratteristiche? Perché tu stessa, hai scelto di praticarla?

“L’Rsx, la classe olimpica del windsurf, è un bellissimo compromesso tra adrenalina, divertimento e duro lavoro. La possibilità di regatare in tutte le condizioni, la rende una tavola anche molto fisica. Con poco vento, bisogna crearlo pompando con le braccia e si trasforma quasi in una gara di canottaggio….però, bisogna riuscire sempre a capire, quale strategia avere con le avversarie ed anche rispetto al vento, quindi nonostante la frequenza cardiaca sia alta, è necessario mantenere la mente lucida e avere un’eccellente tecnica nelle manovre e nella conduzione della tavola. Questi sono i motivi per cui l’ho scelta, perché al divertimento unisco il duro lavoro e la possibilità di fare la differenza, solo con le proprie forze e non con il mezzo, perché la tavola olimpica è monacasse, quindi uguale per tutti”.

Leggi anche:  Fabio Aru rinuncia al mondiale di Ciclocross. Le dichiarazioni

 

 Quali sono stati i titoli più importanti vinti, in carriera, sino ad oggi?

Il primo risultato che mi ha permesso di entrare a far parte del gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, di cui faccio orgogliosamente parte, è la vittoria del Mondiale Giovanile nel 2004. Da lì, ho iniziato la mia avventura olimpica, che si è conclusa con la qualifica, la scorsa estate, per i Giochi Olimpici di Rio, dove ho concluso, al sesto posto. Ho vinto nel 2012 la Coppa del Mondo assoluta e ho proseguito, ad ottenere numerosi podi, all’interno del suo circuito. Sono arrivata prima in Inghilterra l’anno scorso, come anche ho fatto quest’anno a Palma de Mallorca, nella tappa di Coppa Europa. I miei migliori risultati ai Mondiali assoluti, sono stati due sesti posti. Uno a Santander, nel 2014 e l’altro a Cadiz, due anni prima.

 

Hai partecipato alle tue prime Olimpiadi. Quali sono state le tue sensazioni? Come sono andate le tue gare?

Leggi anche:  Mondiali di pallamano: definiti i quarti di finale

“Dopo 12 anni di duro lavoro, ho coronato il mio sogno: partecipare ad un’Olimpiade. Ovviamente, quando sei un’atleta e raggiungi un obbiettivo, te ne poni subito dopo, un altro. Quindi, non mi bastava più solo partecipare… Una volta centrata la selezione, ho iniziato a sognare di poter arrivare in alto e quindi ho dato tutta me stessa nell’avvicinamento alla gara, sono arrivata ad un soffio dal podio, è stata forse la settimana più bella e allo stesso tempo, crudele della mia vita. Sono stata in testa per tutta la settimana e l’ultimo giorno per la prima volta in 4 anni, mi sono trovata a scendere in acqua nella gara di finale, che vale doppio punteggio. Ero prima in classifica, a rincorrermi per la medaglia c’erano 7 atlete e purtroppo in 15 minuti, ho visto sfumare il mio sogno”.

Leggi anche:  Micol Di Segni: ‘Il combattimento è il mezzo per affrontare e sconfiggere le mie paure’

 

Nello scorso mese di settembre, al Comando Generale della Guardia di Finanza di Roma, eri insieme a tutti i convocati e medagliati olimpici. Quali sono state le tue impressioni ?

Ho provato orgoglio, per aver fatto parte della rappresentativa azzurra. Ho provato amarezza e sana “invidia”, guardando i medagliati sul palco, per non aver ottenuto quello che avevo sognato e quasi toccato con la punta delle dita. Ho sentito una  profonda ammirazione per gli atleti, che invece erano là a raccontarci delle loro medaglie e vittorie”.

 

Cosa significa per te, essere un atleta del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle ?

“Far parte di una famiglia come quella delle Fiamme Gialle mi rende orgogliosa, e mi da una spinta a fare ancora di più perché hai il privilegio di poter fare quello che più ami e aver un supporto. Vedere altri atleti che lavorano duramente in altre discipline è un’enorme spinta e stimolo”.

 

  •   
  •  
  •  
  •