Gazzetta Sports Awards: finalissima per le farfalle della ritmica

Pubblicato il autore: francesca la fata Segui

Risultati immagini per ginnastica ritmica squadra nazionaleLe “farfalle” e la Juventus, ancora una volta le une contro l’altra. Non si tratta di un match, ma dei Gazzetta Sports Awards 2016, i premi che al termine di ogni anno vengono assegnati ai campioni che hanno portato più in alto la bandiera italiana nelle svariate discipline. Le aggraziate ginnaste contro lo squadrone di Allegri, ma quest’anno il finale è stato diverso, ed ha premiato le giovani ragazze della ritmica che per il secondo anno di fila si qualificano tra le 3 squadre pretendenti al riconoscimento Gazzetta Sports Awards 2016.

A tentare di rubar loro il titolo troviamo la squadra nazionale di pallavolo maschile, al momento favorita per la vittoria finale, e la coppia composta da Daniele Lupo e Paolo Nicolai, ai quali si riconosce l’aver spinto il beach volley azzurro al punto più alto della propria storia arrivando secondi alla finale olimpica ai Giochi di Rio 2016.

Leggi anche:  Serie A femminile: la nuova stagione parte il 29 agosto

“Per noi riconfermare questa finale – ha affermato Marta Pagnini, capitano uscente della squadra di ginnastica ritmica italiana – è motivo d’orgoglio. Credo che essere scelte per questo premio sia importante non solo dal punto di vista sportivo, ma anche da quello mediatico. Significa che la ginnastica ritmica si sta giustamente conquistando un posto di tutto rispetto, anche certamente grazie ai risultati ottenuti. Per noi la parola squadra significa coesione, unione. Siamo le uniche a vivere in ritiro permanente per undici mesi all’anno e quindi chi meglio di noi sa fare gruppo? Condividiamo tutto. Non ci sono segreti, né pareti fra di noi. Diventiamo una famiglia. Il legame che si crea, ci permette poi di lavorare al meglio sulla pedana”, ha concluso la ginnasta dell’Etruria Prato, che ha annunciato il suo ritiro dalle pedane nel settembre 2016 e verrà sostituita per il prossimo quadriennio dalla ventenne di Rivoli Alessia Maurelli, convocata nel gennaio del 2014 dal tecnico Emanuela Maccarani a far parte della nazionale.

Leggi anche:  Serie A femminile: la nuova stagione parte il 29 agosto

Guidate dall’allenatrice italiana più medagliata di sempre, le farfalle azzurre annoverano fra i numerosi successi ottenuti il titolo di campionesse mondiali ai cinque nastri ancora in carica e, dopo aver ottenuto la qualificazione olimpica per Rio 2016, hanno chiuso al quarto posto la rassegna a cinque cerchi, vincendo in totale 127 medaglie: tre titoli mondiali assoluti (2009-2010-2011); un argento ad Atene 2004 e un bronzo a Londra 2012, più il titolo di vicecampionesse del Mondo e d’Europa (2013-2014) e quello di campionesse del Mondo ai 5 nastri e vicecampionesse ai 2 cerchi e 6 clavette.

Nella serata evento del 14 dicembre all’Unicredit Pavilion di Milano, saranno finalmente svelati i nomi degli 8 vincitori, votati dal pubblico a partire dal primo dicembre e fino alla mezzanotte del 13.

I 24 nomi entrati in finale per i Gazzetta Sports Awards ricordiamo essere:

Leggi anche:  Serie A femminile: la nuova stagione parte il 29 agosto

Uomo dell’anno: Gregorio Paltrinieri, Ivan Zaytsev e Fabio Basile.

Donna dell’anno: Tania Cagnotto, Elisa Balsamo e Dorothea Wierer .

Allenatore dell’anno: Claudio Ranieri, Gianlorenzo Blengini e Massimiliano Allegri.

Squadra dell’anno: Nazionale di Pallavolo maschile, Lupo-Nicolai e le “Farfalle”.

Performance dell’anno:
Gregorio Paltrinieri, Niccolò Campriani e Vincenzo Nibali.

Rivelazione dell’anno: Gianluigi Donnarumma, Andrea Belotti e Gabriele Detti .

Atleta Paralimpico dell’anno: Beatrice Vio, Federico Morlacchi e Martina Caironi .

Gentleman dell’anno: Gemelli Dematteis, Tamara Lunger e Pippo Squatrito .

  •   
  •  
  •  
  •