Ginnastica, Ranking mondiale: dominio Simone Biles

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

ginnastica
Definito il ranking mondiale di ginnastica, assoluto dominio di due strapotenze come Russia e Usa con a capo il fenomeno Simone Biles.
Il 2016  per la ginnastica è stato spettacolare. Grazie alle Olimpiadi di Rio 2016, la ginnastica ha avuto molta visibilità e abbiamo assistito a grandissime prestazioni con un livello tecnico davvero incredibile. Il quadriennio si è concluso nei migliori dei modi e siamo già pronti per ributtarci in una nuova avventura: il 2017 abbraccerà il nuovo codice dei punteggi che ci accompagnerà fino ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Il sistema del ranking è arrivato nella ginnastica artistica da un paio di stagioni e le classifiche finali dei punteggi migliori ottenuti nel corso della stagione sono un ottimo specchietto per valutare le varie prestazioni e confrontare le ginnaste tra loro anche al di fuori della gara testa a testa.

Leggi anche:  Hell in a Cell 2021, ufficializzato il match più importante dell'evento

 

La ginnastica è di Simone Biles

Nessuna sorpresa, a dominare è Simone Biles.  La 19enne americana è stata in grado di vincere 4 medaglie d’oro e 1 bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016 ed ha demolito tutte le avversarie nei vari ranking. L’unica classifica in cui non la vede primeggiare sono le parallele, l’attrezzo a lei meno congeniale dove svetta la Campionessa del Mondo Madison Kocian che però ai Giochi brasiliani si è dovuta inchinare allo strapotere di Aliya Mustafina.  L’Italia brilla con la solita Vanessa Ferrari che, nonostante si sia vista in pedana solo in 3 occasioni, ha fatto spesso la differenza risultando la migliore. La giovane italiana è 16esima al Mondo al corpo libero, proprio con il punteggio ottenuto ai Giochi dove è arrivata quarta ad un soffio dalla medaglia di bronzo. L’altra ginnasta italiana a portare in alto il nome del nostro paese è Sofia Busato che brilla al volteggio: quarta agli Europei, ai piedi del podio anche nella Challenge Cup, 18esima nel ranking proprio con il risultato di Anadia. Martina Rizzelli è stata invece la migliore alle parallele ma a livello mondiale il suo 14.550 in competizione nazionale non le permette di andare oltre il 60esimo posto generale. Per ottenere punti nel ranking mondiale di ginnastica, vengono presi in considerazione tutti e quattro gli attrezzi e il concorso generale individuale (all-around). Non vengono presi in considerazione i risultati juniores. Una ginnasta può essere presente solo una volta in una determinata classifica (con la sua miglior performance). Sono già stati tolti i vari decimi di bonus previsti in alcune gare nazionali (come quelle italiane). Ogni classifica prevede massimo cinque connazionali.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

 

Ranking mondiale di ginnastica

Nei primi dieci posti, ci sono 5 atlete americane, 4 russe e una cinese. Il dominio della ginnastica è nelle loro mani, la prima italiana è Vanessa Ferrari che si piazza solo al trentesimo posto:

1. Simone Biles USA 62.900 Campionati Nazionali
2. Aly Raisman USA 60.650 Campionati Nazionali
3. Lauren Hernandez USA 60.450 Campionati Nazionali
4. Gabby Douglas USA 60.165 Coppa del Mondo – American Cup
5. Angelina Melnikova Russia 60.067 Campionati Nazionali
6. Aliya Mustafina Russia 60.024 Olimpiadi 2016 – Finale a Squadre
7. Maggie Nichols USA 59.699 Coppa del Mondo – American Cup
8. Shang Chunsong Cina 59.200 Campionati Nazionali
9. Natalia Kapitonova Russia 59.099 Russian Hopes
10. Seda Tutkhalyan Russia 59.075 Russian Cup
30. Vanessa Ferrari Italia 57.650 Campionati Nazionali
  •   
  •  
  •  
  •