Ippica:Al Gran Criterium il cavallo favorito è sicuramente Vivid Wise As

Pubblicato il autore: fabia Segui

Un'immagine di Ribelle Op, baio di sei anni della scuderia Vincenzo Santaniello, guidato da Vincenzo D'Alessandro jr, subito dopo la vittoria di oggi al Gran Premio Ettore e Mario Barbetta, corsa di trotto di Gruppo 3 disputata all'ippodromo La Mura di Milano. E' la sua prima vittoria in corse di gruppo. Milano, 31 gennaio 2016. ANSA/ UFFICIO STAMPA +++EDITORIAL USE ONLY - NO SALES+++

Il Gran Criterium è una corsa di Gruppo 1 per soli puledri di due anni.  E’ un evento nato in memoria di Giuseppe “Bepi” Biasuzzi,  uno dei più importanti allevatori italiani di cavalli degli anni  ’60. Cosa rappresenta? In modo particolare , questo tipo di corsa, rappresenta una vetrina importante per i trottatori di un’intera generazione, quasi una chiusura ideale del  primo anno di attività agonistica prima delle corse “top” riservate ai cavalli di tre anni. In quanti si candidano a questa corsa? In partenza sono dodici i possibili futuri campioni che hanno ottenuto il diritto a partecipare  classificandosi nelle prime tre posizioni nei “criteria” disputati a Torino, Treviso, Roma e Napoli.

Il cavallo favorito è sicuramente Vivid Wise As, corsa di Gruppo 1 (con montepremi di 187 mila euro), una delle più importanti per puledri di due anni, clou della giornata di Sant’Ambrogio all’ippodromo del trotto La Maura di Milano.

Figlio di Yankee Glide e Temple Blue Chip, corre per la scuderia partenopea Bivans, finora ha vinto sei gare su sei. Fra i 12 in pista, anche un nipote di Varenne, Vampire Dany, della scuderia Wave, con Roberto Andreghetti alla guida e un curriculum di cinque vittorie in sei gare che vale la quota di 3,50. L’unica con chance di inserirsi sembra essere Volturina Jet (quota 16). Enrico Bellei sarà sul sulky di Vicky Laksmy, della scuderia D’Altemps, quotato 21. Sarebbero sorprese i successi di Volcada Bar (quota 31), Vagabondo, Vincerò Gar, Varden Baba e Valchiria Op tutti a 51, Valzer Di Poggio, Very Much Mmg e Vanity Ans che salgono fino a 101.

Leggi anche:  Olimpiadi: nel villaggio niente preservativi, ma sì agli alcolici in camera

Vivid Wise As  è allenato e guidato da Marco Smorgon. Si tratta di un cavallo che  nessuno ha ancora battuto: sei centri su sei, compreso il Gran Premio Anact a Napoli chiuso con il tempo di 1.13.00 al chilometro, il miglior riscontro cronometrico  tra tutti i 12 finalisti del Gran Criterium.

Sicuramente scenderà in pista con il numero 1 e senza dubbio è il classico “cavallo  da battere”. Alla sua destra nello schieramento Vampire Dany: figlio di Conway Hall e Illusion Dany, è nipote del  grande Varenne e ha un curriculum molto simile a quello di Vivid Wise As con cinque vittorie in sei corse  disputate.

A La Maura si è imposto il 1 novembre scorso nel Premio Charly Du Noyer, corsa di contorno del  Gp Orsi Mangelli, dominando per gran parte del tracciato: dopo 700 metri si è preso la testa e non ha più  lasciato  spazio  agli  avversari.  Sempre  nel  Premio  Du  Noyer,  Vampire  Dany  ha  stabilito  il  suo  primato  personale al km (1.14.2).

Leggi anche:  Olimpiadi: nel villaggio niente preservativi, ma sì agli alcolici in camera

La sua scuderia è la Wave, il training è di  Erik  Bondo,  la  guida  è  affidata  a  Roberto  Andreghetti.

Vampire  Dany  ha  ottenuto   la  qualificazione vincendo il Criterium di Roma; la quota è 3,50.

Tra gli altri candidati a vincere c’è  Volturina  Jet,  femmina della scuderia  milanese Sant’Eusebio,  figlia di Ken Warketin ed Eterea, nipote di Indro Park  (vincitore del Gran Criterium  1987). Guidata da Vincenzo P. Dell’Annunziata, partecipa  grazie alla vittoria del criterium di Treviso ma il suo record personale (1.14.8) porta a 16 la sua quota.

Enrico  Bellei  siederà  su  Vicky  Laksmy,  puledro  presentato  dalla  scuderia  D’Altemps,  che  nelle  qualifiche  a  Roma  ha  visto  interrompere  la  sua  serie  di  quattro  vittorie  consecutive  piazzandosi  secondo  dietro Vampire Dany. Genealogia di tutto rispetto (genitori Ganymede e Picture of Muscles, nonno Muscles  Yankee),  a  Milano  in  settembre  ha  vinto  il  Premio  Dorothy  Wise:  i  precedenti  cronometrici  sembrano  tenerlo lontano dalle posizioni di testa (primato personale 1.15.1) e in più partirà con il numero 6, quota 21.

Leggi anche:  Olimpiadi: nel villaggio niente preservativi, ma sì agli alcolici in camera

Non ci dimentichiamo della vincitrice della prova di qualificazione di  Napoli, Volcada Bar, nonostante si presenti dopo quattro vittorie consecutive non scende sotto quota 31.

Per saperne di più

sintonizzatevi domani,  alle ore ore  10.30,  per seguire in  diretta le gare  sui  canali  Unire  Sat  (220  Sky),  Unire Tv (nei punti di accettazione scommesse) e in streaming sul sito www.snai.it. cdn/AGIMEG

 

  •   
  •  
  •  
  •