L’Atletico Chiaravalle gira la boa sulla cresta dell’Onda

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui

atletico chiaravalleDopo il 10 in pagella e la lode raggiunta con il Recanati (11 vittorie su 11 incontri), l’Atletico Chiaravalle cerca l’ennesima conferma in campionato. Un ruolino di marcia che non conosce soste per le ragazze di mister Nicolò Molinelli, ormai a un solo passo dal girone perfetto. Già perchè il prossimo turno segnerà anche il giro di boa e le rosanero ci arrivano a punteggio pieno. Cautela e rispetto per l’avversario predicano calma, speranza e pronostici vogliono invece l’ennesimo trionfo.

Al Palasport arriva infatti l’Onda Pesarese, squadra che con i suoi soli 3 punti in classifica non dovrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile per le chiaravallesi.

Non è comunque a questo che devono badare Caciorgna e compagne. Testa e gambe dovranno infatti pensare e agire con il solo compito di fare ciò che hanno fatto fino ad oggi. E questo a prescindere che l’avversario sia conosciuto e temuto, sia che la partita da affrontare sia con una squadra nuova come l’Onda Pesarese, che si cimenta anche nel calcio a 11, e che nel calcio a 5 la classifica dice che sta facendo fatica a emergere.

Ci racconta il momento della squadra Cristina Caciorgna, seconda stagione in rosanero e quest’anno timoniere dell’Atletico Chiaravalle.

Nessun vento è favorevole per il marinaio che non sa a quale porto vuol approdare. Ma l’Atletico lo sa benissimo, l’obiettivo è ben chiaro e ha un nome preciso, Serie A. Costruita una solida nave, Società e Mister hanno poi scelto Cristina Caciorgna come capitano e a lei hanno messo la fascia al braccio. “Sono consapevole della responsabilità che comporta il ruolo che mi è stato dato, ma non ne sento il peso -afferma Cristina-. Il mio compito è essere un punto fermo, sempre e per tutti, in campo e fuori. Credo che in me la Società abbia visto e apprezzato la schiettezza e la sincerità che mi hanno fatto guadagnare stima e rispetto. Sarò soddisfatta se riuscirò a mantenere il gruppo sempre coeso e unito.

Già, il gruppo. Probabilmente l’arma in più di questo Atletico. “Senza ombra di dubbio. Ci sono delle evidenti qualità tecniche e tattiche in ogni componente della rosa, ma l’eccellenza la raggiungiamo grazie allo spirito di sacrificio che tutte mettiamo al servizio della squadra. La Società ha lavorato ottimamente confermando in blocco il gruppo compatto dello scorso anno integrandolo con persone adatte per fare il salto di qualità.

Un momento magico per la squadra, con 11 vittorie in altrettanti incontri, e per la stessa Caciorgna, attuale capocannoniere del girone con 16 reti. “Cerchiamo di continuare a cavalcare la cresta dell’onda, tenendo però sempre un profilo umile. Ognuna di noi dà il massimo per migliorarsi e questo si vede dal fatto che rispetto allo scorso anno subiamo meno tiri e andiamo alla conclusione con più regolarità e frequenza. Il tutto è frutto di un gioco corale che ci permette di difendere meglio e che mette me e le mie compagne nelle migliori di condizioni per segnare.

Serie C Girone A
13^ Giornata
Pian di Rose – Polisportiva Filottrano C5
Jesina Calcio Femminile – Etabeta F.C.
Atletico Chiaravalle – Onda Pesarese
Città di Falconara – Civitanovese
La Fenice C5 – Civitanova 1996
Olimpia Ostra Vetere – H.R. Futsal Recanati
San Michele – Virtus Camerano

Classifica
Atletico Chiaravalle 33
Pian di Rose 24
Civitanovese 24
Jesina Calcio Femminile 21
H.R. Futsal Recanati 19
Etabeta F.C. 17
Olimpia Ostra Vetere 16
Virtus Camerano 15
San Michele 15
Polisportiva Filottrano C5 10
La Fenice C5 3
Onda Pesarese 3
Civitanova 1996 0
Città di Falconara 16

  •   
  •  
  •  
  •