NHL, Jaromir Jagr raggiunge Mark Messier

Pubblicato il autore: Marco Tarantino Segui

La National Hockey League si avvicina a gonfie vele alla Stanley Cup del 2017: con l’inizio fissato nel mese di aprile, 16 squadre si qualificheranno ai playoffs, 8 di ognuna delle due conference, 3 di ogni division direttamente accedono ai PO, mentre altre 2 per conference arriveranno da wild card. Al momento si qualificherebbero dunque Columbus, Pittsburg della Metropolitan con i NY Rangers, mentre della Atlantic Montreal, Ottawa e Boston e come Wild Card Philadephia e Washington. Ad Ovest invece dalla Central arriverebbero Chicago, Minnesota, St. Louis dalla Central, San Jose, Edmonton ed Anaheim dalla Pacific e tramite Wild Card Los Angeles e Calgary. Ma ovviamente non siamo neanche a metà delle 82 gare previste, per cui sono discorsi ancora abbastanza prematuri, ma qualcosa sembra cominci a delinearsi.

nhlnewlogo_zps8dbf5f2e

Nel frattempo, si gioca, si infrangono record e molti giocatori si fanno notare per prestazioni super. Quali? Andiamolo a vedere cominciando da un veterano, il veterano, Jagr.

Jaromir Jagr ha raggiunto nella classifica dei marcatori All Time della NHL al secondo posto assoluto Mark Messier, nella gara giocata con i Panthers contro i Sabres (vinta 4-3). 44 anni e non sentirli, 1887 punti totali, gli stessi di Messier quando si ritirò dalla lega con un anno in meno, a 43. Il leader all time invece si trova a quota 2857, ed è Wayne Gretzky, che raggiunse quota 1887 all’età di 28 anni. PS Jager è il giocatore più vecchio nella storia della NHL ad aver registrato 3 assist (come fatto contro i Sabres da Jagr) superando proprio Messier che lo aveva fatto a quota 43 nel 2004. Sfida continua a distanza.

Leggi anche:  Pallamano, Serie A: Siena-Bressanone 29-28

Non solo Jagr, Thomas Greiss ha raggiunto un record in carriera di 50 conclusioni vincenti, con 23 nei terzi periodi, grazie alla vittoria a Boston degli Islanders per 4-2. E’ il primo giocatore degli Islanders a vincere una gara con questi numeri da Dwayne Roloson, che fermò il suo grande momento a quota 58 di 61 nella vittoria 4-3 all’overtime contro Toronto nel 23 novembre 2009.

Evgeni Malkin ha raggiunto un massimo punteggio in una gara con  punti, un goal e 2 assist, e 7 dei sui compagni di squadra sono arrivati a 2 punti, nella vittoria dei Penguins contro i Rangers per 7 a 2. E’ stata la sola seconda volta nelle ultime 8 stagioni in cui Pittsburgh ha portato almeno 8 giocatori diversi a punti in una singola gara. L’ultima volta accadde nel 2013, nella vittoria per 8-3 contro Carolina.

Leggi anche:  Calcio a 5 Serie A: l’Italservice Pesaro vince il posticipo, Todis Lido di Ostia ok anche nel recupero

Devan Dubnyk con 5 shutout ha permesso ai suoi Minnesota di imporsi per 2-0 contro gli Avalanche. Il ragazzone ha vinto le sue ultime 7 gare in cui ha concesso 2 o meno goal agli avversari, raggiungendo la miglior striscia stagionale di Sergei Bobrovsky interrotta con 3 goal subiti domenica scorsa. Solo un altro giocatore ha avuto una striscia di pochi pochi punti subiti ed è stato Niklas Backstrom nel marzo del 2007.

Ultimo dato non da poco: James Neal ha segnato 2 goal, entrambi nei primi 7:15 della gara guidando la squadra a vincere 5-1 contro i Devils a Newark. I suoi Nashville Predators si sono goduti la prestazione: in carriera 229 sono i goal del ragazzo, ma questa è stata a prima volta che ha segnato più di un goal nel primo periodo di una gara di NHL.

Leggi anche:  Mondiali di pallamano: i risultati del gruppo III del Main Round

 

  •   
  •  
  •  
  •