Trotto: si corre oggi a Palermo il Gran Premio Mediterraneo. I favori del pronostico a Uragano Trebì

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

Uragano Trebì Foto Corriere dello Sport

Appuntamento d’obbligo per gli amanti del trotto oggi pomeriggio all’ippodromo la “Favorita” di Palermo: si corre il “Gran Premio Mediterraneo – Memorial Francesco Ruisi” edizione 2016 con in gara cavalli di tre anni sulla lunghezza dei 1600 metri.
Il Gran Premio è l’occasione per ricordare Francesco Ruisi, indimenticato protagonista dell’ippica palermitana.
Saranno dodici i cavalli che si contenderanno l’ambito trofeo e tra questi figura il favorito dal pronostico: Uragano Trebì, figlio di Nad Al Sheda e di Istria Bi, cavallo siciliano del Team Lo verde che certifica la passione dell’isola per i cavalli da trotto. Uragano Trebì, della scuderia “Super Fantastica” è reduce da prestigiosi successi, nello Stabile ad Aversa ad ottobre e a Roma a novembre, e da altrettanti importanti piazzamenti (secondo arrivato nel Premio Società Terme di Montecatini a luglio e nel Marangoni di Torino a settembre, terzo nel Città di Napoli a luglio e quarto nel Marche a Montegiorgio ad agosto e nel Prix Kurset a Vincennes novembre). Il cavallo, nato a Barcellona Pozzo di Gotto nell’allevamento dei signori Pippo Biondo e Lucia Trifirò appare in gran forma, come dimostra il miglio trottato in 1’13”5 di Roma seguito dal mezzo miglio in 56”. La guida di Gaspare Lo Verde contribuisce ad aumentare le chance di vittoria di Uragano Trebì.

Leggi anche:  Pallamano - Barcellona da favola: decima Champions League con l'en plein di vittorie

Gran Premio Mediterraneo: gli avversari di Uragano Trebì

Assieme ad Uragano Trebì, il Team Lo Verde farà scendere in pista altri tre cavalli: Uragano Nero, Ursus Caf e Uozzi. Uragano Nero, reduce dalla confortante prestazione che gli è valsa la qualificazione nella finale del Derby, nutre qualche buona chance assieme a Uozzi che ha appena ottenuto il record personale di 1’41”1 e può aspirare ad un piazzamento. Non sembra poter avere altrettanta aspirazione Ursus Caf.
Maggiori chance sembrano avere i cavalli di Massimo Finetti, che ha portato alla “Favorita” Ubi Maior SM, alla guida di Vincenzo D’Alessandro jr, e Uma Dany Grif, affidata a Giampaolo Minnucci. In particolare Uma Dany Grif, figlia di Varenne, vanta un buon rendimento ed un’ottima velocità, mentre Ubi Maior SM ha grandi potenzialità, ma non altrettanta affidabilità.
Attenzione meritano Urlo di Poggio, trionfatore a Taranto ad ottobre, e Ucci Ucci Play, che a Taranto è arrivata seconda dietro appunto a Urlo di Poggio. Partono entrambi dalla seconda fila e potrebbero ottenere un buon piazzamento.
Tra i cavalli locali figurano Urgania, Una Scheggia Mail, Urania Bi e Usa di Ruggero.
Urgania non sembra attraversare un buon momento di forma, ma le cure di Cintura potrebbero portarla ad una buona performance.
Una Scheggia Mail, acquisto recente di Andrea Sessa, ha scarsa esperienza in pista, ma la guida di Antonio di Nardo potrebbe permetterle di trovare una buona posizione in corda suscettibile di miglioramenti in corsa.
Per Urania Bi e Usa di Ruggero sarà arduo mettersi in mostra anche perché le loro posizioni di lancio non sono per niente favorevoli.
Di contorno al Gran Premio Mediterraneo da segnalare due corse per cavalli di due anni: il premio Real Mede SM, con Velvet di Poggio e Voitila Trebì sicuri protagonisti, ed il premio Nesta Effe, con Vega Rab, Victory Boy e Vaicolventogal favoriti.

  •   
  •  
  •  
  •