Vela d’altura nel Golfo di Napoli: si assegna la Coppa Giuseppina Aloj

Pubblicato il autore: Nicola Digiugno Segui

vela
Oggi, domenica 11 dicembre, è in programma la seconda tappa del Campionato invernale di vela d’altura del Golfo di Napoli 2016-17. Si assegna la Coppa Giuseppina Aloj, che è stata messa in palio dal Reale yacht club canottieri Savoia. “La regata di media altura ha abbandonato il tradizionale percorso costiero per adottare quello sulle boe, più tecnico e da affrontare su un percorso impegnativo”, si legge sul sito internet ufficiale della Federazione italiana vela.
Segnale di avviso previsto alle ore 10. Ad aggiudicarsi la Coppa – la cui istituzione risale a oltre 40 anni fa, in memoria della moglie del dottor Aloj, socio del Circolo Savoia – sarà il primo classificato nelle Classi 3 e 5. La premiazione avverrà alla fine dell’anno insieme a quella delle Regate di Natale, nei saloni del Club di Santa Lucia.
Il pensiero di Michele Fortunato, vice presidente sportivo del circolo Savoia, riportato dal sito della Federvela: “La Coppa Aloj è una manifestazione dalla grande tradizione. Ospitarla ogni anno nell’ambito del Campionato Invernale è un vanto. Parallelamente, la nostra ambizione è quella di portare a Santa Lucia una regata internazionale d’altura in ambito Orc: in questo senso stiamo lavorando per istituire una regata che possa diventare una classica del Circolo Savoia”.
La Coppa Giuseppina Aloj arriva dopo la Coppa Arturo Pacifico. Prossimo appuntamento la Coppa Ralph Camardella, in programma il 15 gennaio 2017, terza tappa del quarantaseiesimo campionato invernale di vela d’altura organizzato dalla V zona Fiv. “A difendere i colori del Savoia, tra le altre imbarcazioni, Cippa Lippa del socio Moschini, che da Napoli partirà nel 2017 per un circuito ambizioso. E ancora, Sly Fox dell’armatore Fotticchia, Suakin di Golia, che ha già vinto la Coppa Aloj, e Le Marie di De Luca, attualmente secondo nel Gran Crociera”, fanno sapere dal sito della federazione

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: debutti vincenti per Ungheria, Canada, Spagna e USA

Antonio Ciliberto vittorioso nel Campionato nazionale Kite wave

Intanto, Antonio Ciliberto si è imposto nel Campionato nazionale Kite wave. Ciliberto, del Club velico Crotone, si è laureato campione nazionale 2016, aggiudicandosi il titolo nazionale, per la seconda volta, al termine di un circuito di tre tappe, che si è concluso nei giorni scorsi nelle acque di Chia.  A seguire Sandro Pisu, terzo Marco Baiocchi. Diciannove le batterie sul tabellone, con un primo round robin e un secondo di ripescaggio, I venti hanno raggiunto i 25 nodi d’intensità.
“Dal terzo e quarto round sono arrivate le prime sorprese che hanno portato in finale i sei migliori rider in acqua, fra i quali sono emersi – accedendo in finale – Antonio Ciliberto, Sandro Pisu e Luca Marcis. L’esperienza sul territorio di Chia è stata la carta vincente di Luca Marcis, che non ha sbagliato una mossa e si è aggiudicato la vetta della classifica di tappa. Dietro di lui il crotonese Antonio Ciliberto, per tutti Tony Cili, che con delle prove regolari e grande stile è riuscito a confermarsi campione Nazionale al termine di due delle tre tappe disputate”, spiegano dal sito della Federvela, nel quale è riportato anche il commento del presidente del Club velico Crotone, Francesco Verri: “La vittoria di Tony va oltre il kite, oltre lo sport. È un esempio di successo legato, oltre che al talento, alla tenacia e alla forza di volontà, alla voglia di arrivare di un autodidatta del Sud che si è formato sulla costa tirrenica e su quella ionica e partendo da qui, dalla Calabria, ha raggiunto la top ten mondiale e conquistato, nel 2015 e nel 2016, due titoli nazionali consecutivi”.

  •   
  •  
  •  
  •