We Run Rome una corsa verso il 2017

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

We Run Rome

Il 31 dicembre a Roma ci sarà la We Run Rome una delle gare podistiche più importanti e affermate d’Europa. Lo scenario è la città di Roma. Non poteva essere scelta location migliore. I partecipanti professionisti e non potranno addentrarsi nella storia passando attraverso zone della capitale come Terme di Caracalla, Circo Massimo, Piazza Venezia, Via del Corso, Piazza del Popolo, il Pincio, Villa Borghese, via Veneto, Via dei Fori Imperiali, il Colosseo e il ritorno alle Terme di Caracalla dove è stato posto il traguardo. Certo, per i professionisti, quelli che puntano alla vittoria finale, questa è una maratona come tutte le altre. Sicuramente quella di New York si disputa da moltissimi anni e quindi ha più appeal, ma la We Run Rome si difende bene.  Anche se non si è maratoneti di professione, questo è un percorso di 10 chilometri che richiede una certa preparazione fisica. Questa manifestazione potrebbe essere un bello spot non solo per la città di Roma, ma anche per l’Italia. Quindi gli organizzatori sperano in una buona affluenza, non solo di romani o turisti che in quei giorni si trovano a Roma, nei punti importanti della città ma anche di partecipanti. Sarebbe un bel traguardo superare gli iscritti della scorsa edizione.

Leggi anche:  Hell in a Cell 2021, ufficializzato il match più importante dell'evento

We Run Rome sesta edizione

Possiamo dire che la We Run Rome è la più giovane tra le maratone che si disputano in Europa.  Dalla prima edizione, quella del 2011 vinta Andrea Lalli e Valeria Straneo, sono passati ben cinque anni. In quell’occasione i partecipanti alla maratona, sono stati 4000, 2000 per la prova agonistica e altrettanti per quella non competitiva.  In questa sesta edizione c ‘è una novità rispetto al passato. Oltre alla 10 chilometri competitiva e non competitiva, ci sarà anche una prova non competitiva di 5 chilometri, alla quale potranno partecipare tutti.  Per la partecipazione alla 10 chilometri non competitiva bisogna aver compiuto almeno 14 anni mentre, per la dieci chilometri agonista, non basta soltanto aver compiuto 18 anni ma bisogna anche essere iscritti alla FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), ad un Ente di Promozione Sportiva o essere membro di FIDAL Run Card. Quindi se sei un ragazzo o un’adulto con  la passione per l’atletica e il 31 ti trovi a Roma, questa è l’occasione giusta per tastare la tua resistenza e le tue abilità.  Quest’anno al via della We Run Rome, ci saranno anche i Keniani Stanley Biwott vincitore della Maratona di New York nel 2015, Victor Kiplimo e il francese Florian Carvalho.  Per il keniota Biwott questa è la seconda maratona europea del 2016. La prima è stata quella di Londra nella quale è giunto secondo alle spalle del connazionale Eliud Kipchoge. L’edizione 2015 della maratona romana, è stata vinta  dal francese Florian Carvalho, il quale ha confermato la partecipazione anche per quest’anno,  che dopo una dura battaglia ha battuto il campione europeo l’italiano Daniele Meucci, staccandolo solo all’ultimo chilometro. Terzo posto per l’ugandese Jacob Kiplimo. Per quanto riguarda gli altri italiani che erano in gara lo scorso anno, da segnalare l’ottavo posto di Stefano La Rosa, seguito da Rachick e Buttazzo. Chissà quest’anno chi sarà ad aggiudicarsela. Visti i 5.500 iscritti fino a questo momento, gli organizzatori in questa ultima settimana puntano al raggiungimento di quota 10.000. Un risultato un  pò difficile da raggiungere in così poco tempo.  We Run Rome il biglietto da visita dell’Italia al mondo.

  •   
  •  
  •  
  •