Golf, Aphibarnrat: ‘Contento per come sto giocando’

Pubblicato il autore: luigi gatto Segui

Le parole di Kiradech Aphibarnrat dopo l’Abu Dhabi Championship di golf.

“È stato un buon inizio, un ottimo inizio di giornata in cui sono salito nella classifica. Martin stava facendo bene e il nostro score è aumentato di parecchio. Devo dire che ci siamo divertiti tanto. Tommy ha giocato molto bene, in maniera solida ed ecco perché siamo saliti in classifica. Sono contento per come sto giocando e per come ho cominciato questa stagione.

Dopo un ottimo inizio del turno, ovviamente ti sei sentito bene giusto?
Ho cercato di continuare ad applicare il mio piano di gioco, di giocare colpo dopo colpo, buca dopo buca. Ho cercato di non pensare alla classifica diciamo, di giocare sciolto e ha funzionato benissimo.

Senza diventare troppo negativi, dove pensa di aver perso il torneo?
Penso che non sia stato costante come nei primi tre turni ad essere sincero ed onesto. Ho fatto tanti errori ed ecco perché questo è stato il modo migliore di terminare questo round.

Come sfrutterai in senso positivo questo buono risultato ad Abu Dhabi nei prossimi tornei?
Cercherò di pensare positivo e di credere che il mio gioco possa migliorare. Chi lo sa forse forse la settimana prossima potrebbe essere mia. Dovrò lavorare bene, evitare di fare errori ma in linea generale sono davvero molto contento per il risultato e per come ho cominciato l’anno.

Leggi anche:  Olimpiadi, il Governo approva il dl: ma non è finita..

Non ti senti un po’ deluso?
Si forse un po’ sono deluso, devo ammetterlo. Diciamo che ho avuto una buona chance di essere in alto nella classifica generale e di fare un paio di buche buone. Se vediamo il lato positivo è stato il miglior inizio della stagione possibile. Spero di continuare a colpire bene la palla e chissà forse riuscirò a vincere la prossima settimana.

Le dichiarazioni di Bernd Wiesberger: “C’è stato molto vento fin dal riscaldamento, quindi sapevamo che sarebbe stato difficile. Si poteva sbagliare facilmente, lasciarsi andare. Penso comunque di aver trovato il giusto equilibrio. Ho piazzato due bogey per tutta la settimana e sono davvero, davvero molto contento per come mi sono comportato sul campo da golf.

Da questa settimana si possono trarre tante cose positive? “Sì come ho detto questa settimana è stata positiva. Ho avuto sicuramente delle buone sensazioni nel mio gioco questa settimana. Come ho detto per tutta la settimana, non ero sicuro di cosa avrei fatto in questo primo paio di settimane del 2017 ma sono contento per come ho iniziato l’anno.

Leggi anche:  Micol Di Segni: ‘Il combattimento è il mezzo per affrontare e sconfiggere le mie paure’

Cosa prevede di fare nei prossimi due tornei del deserto considerando la sua ottima prestazione qui?
Mi sento bene. Non vedo l’ora di giocare nella splendida città del Qatar la prossima settimana e poi in quel di Dubai dove mi sono sempre trovato bene. Come hai già detto tu, lì ho giocato bene negli ultimi tre anni circa. Sono stato in forma e ho fatto delle cose positive nella pausa. Non vedo l’ora sono entusiasta. Dalla prossima settimana si ricomincia da zero per tutti quanti.

Lee Westwood: “Sono contento per come è andata oggi. Ho fatto tanti buoni colpi, avrei probabilmente collezionare più punti nel mio turno. È andata bene per lunghi tratti. Sento che sto cominciando a trovare il giusto swing e considerando che è la prima settimana dell’anno, non vedo l’ora di andare in Qatar dopo questo bel torneo a Dubai. Non giocherò settimana prossima, sarò in Malesia e poi in Sudafrica. Non vedo l’ora di giocare.

Leggi anche:  Mondiali di pallamano: definiti i quarti di finale

Henrik Stenson: “Ho delle sensazioni un po’ miste. Penso di aver giocato bene per tutta la settimana ma allo stesso tempo ho piazzato 18 buche in sei settimane. Quando non giochi molto a golf degli errori ci possono stare ed ecco perché sono contento per come ho giocato.”

Lo spagnolo Pablo Larrazabal ha detto: “Ho dato il massimo, davvero. Non ho mai mollato, ovviamente non ho giocato al mio meglio ma ho dato tutto quello che avevo. Sono davvero orgoglioso per come ho giocato. Non è facile giocare con un ragazzo che colpisce 60 metri sopra di te tutto il tempo. Ma è stato davvero divertente.

  •   
  •  
  •  
  •