Royal Rumble 2017: la storia del PPV più amato

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

royal rumble 2017

Questa domenica a San Antonio andrà in scena la Royal Rumble 2017. La Rissa Reale è, assieme a Wrestlemania, il PPV più amato da tutti i fans di wrestling, compreso colui che sta scrivendo in questo momento. Sono tanti gli ingredienti che rendono la Royal uno show così atteso. Anzitutto il match: 29 avversari saranno eliminati e uno solo resterà sul ring, aggiudicandosi il ruolo di sfidante per il titolo. Un altro degli elementi più attesi è senza ombra di dubbio quello dei ritorni a sorpresa: è uno spettacolo nello spettacolo sentire il boato del pubblico quando nell’arena suona la musica d’ingresso di un wrestler lontano dal ring WWE da molti anni. A proposito di ciò: nella Royal Rumble 2017 potrebbe fare il suo ritorno Kurt Angle, che settimana scorsa è stato annunciato come primo membro della classe 2017 dell’Hall of Fame.

Leggi anche:  NHL: i Vegas Golden Knights stupiscono ancora

Royal Rumble 2017: la storia della Rissa Reale

Con la Royal Rumble 2017 la Rissa Reale compie il suo trentesimo compleanno. Per festeggiare la WWE ha organizzato le cose in grande facendo partecipare al PPV tre grandissime superstar come Brock Lesnar, Goldberg e The Undertaker. Come scritto in precedenza, la storia del PPV Royal Rumble inizia nel 1988 (anche se una Rissa Reale si tenne nel due anni prima a Wrestlemania 2). Lo show si tenne ad Hamilton in Canada e vide la vittoria del mitico Jim Duggan. Nel 1989 e nel 1990 a vincere fu la leggenda Hulk Hogan, entrato in entrambe le edizioni con la posizione n.25. Una delle più belle Royal Rumble di tutti i tempi è quella del 1992. A trionfare fu Ric Flair, che entrò con il n.3. Quella del Nature Boy è ricordata come la miglior prestazione di sempre in una Rissa Reale. Dal 1995 al 1999 si susseguirono due doppiette: prima Shawn Michaels e poi Steve Austin. Risale invece al 2000 l’unica vittoria di The Rock mentre l’anno seguente Steve Austin si aggiudicò il terzo successo stabilendo il record di vittorie. Un’altra grande superstar come Triple H vinse nel 2002 (poche settimane dopo esser ritornato dopo un terribile infortunio) mentre nel 2003 un giovanissimo Brock Lesnar si portò a casa la vittoria. Dopo le vittorie di Chris Benoit, Rey Misterio e Batista nel 2007 arrivò (finalmente) il successo di The Undertaker, che rimase per ultimo sul ring contro Shawn Michaels. John Cena vinse la sua prima Royal Rumble nel 2008 (si ripeterà nel 2013) seguito da Randy Orton, Edge, Alberto del Rio e Sheamus. Nel 2014 Batista si portò a casa la sua seconda Rissa Reale mentre nel 2015 fu il turno del fischiatissimo Roman Reigns. Nel 2016 la Royal Rumble assegnò il titolo visto che il campione Roman Reigns era tra i trenta partecipanti. La WWE stupì tutti facendo vincere Rumble e cintura al rientrante Triple H. Come detto in apertura dell’articolo la Royal Rumble 2017 sarà la trentesima edizione dell’omonimo PPV. Per questo motivo ci si aspettano tanti ritorni a sorpresa (quello di Kurt Angle sarebbe il più gradito) e un colpo di scena per quanto riguarda il vincitore. L’attesa sta per finire: questa domenica a San Antonio in Texas inizierà la strada per Wrestlemania.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: