Super Bowl 2017: Tom Brady entra nella leggenda

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

super bowl 2017

Il Super Bowl 2017 ha definitivamente consacrato Tom Brady allo status di leggenda. La “legacy” del quarterback era stata intaccata dal “deflategate“. Per chi non lo sapesse ecco cos’è: nella NFL la squadra che gioca in attacco utilizza i propri palloni. Lo scandalo noto come deflategate risale alla finale della American Football Conference (AFC) del 18 gennaio 2015 tra i New England Patriots e gli Indianapolis Colts. La franchigia del Massachusetts fu accusata di aver gonfiato i propri palloni ad una pressione inferiore rispetto a quella consentita (86 kPa). Tom Brady fu accusato di essere a conoscenza di questa infrazione commessa dai New England Patriots. Alla fine le sanzioni furono quattro giornate di squalifica per il quarterback, una multa di un milione di dollari e penalizzazioni al draft NFL del 2016 e del 2017 per i Patriots. Il deflategate aveva macchiato la leggenda di Tom Brady, che prima del Super Bowl 2017 aveva vinto quattro campionati (2001, 2003, 2004 e 2014) tanto che anche il presidente degli Stati Uniti Barack Obama lo aveva stigmatizzato pubblicamente.

Super Bowl 2017: è il Tom Brady show

La carriera di Tom Brady è iniziata nel 2000, quando venne scelto al draft di quell’anno dai New England Patriots dopo gli anni al college a Michigan. Nel corso dei suoi quattordici anni Brady ha raggiunto per sette volte il Super Bowl, vincendolo per ben cinque volte e portandosi a casa per quattro volte il premio di miglior giocatore. Tom Brady ha lanciato più yard e touchdown di qualsiasi altro giocatore nella storia dei playoff NFL. Inoltre Tom Brady è l’unico assieme a Joe Montana ad aver vinto il premio di MVP della stagione e del Super Bowl per più di una volta in carriera. Se prima quando si parlava di NFL si pensava a Joe Montana oggi si pensa anche a Tom Brady. L’ultimo show messo in piedi dal classe 1977 lo abbiamo avuto con il Super Bowl 2017. Il QB ha guidato i suoi New England Patriots a una rimonta irreale, recuperando dal 3-28 del terzo quarto. Alla fine Tom Brady e compagni hanno battuto gli Atlanta Falcons con il risultato di 34 a 28 dopo un tempo supplementare con la corsa decisiva messa a segno da RB White. Mai nella storia della finale si era raggiunto l’overtime. Il nativo di San Mateo in California ha lanciato per 466 yds, facendo registrare un nuovo record per il Super Bowl. Emblematico il titolo che campeggia sulla homepage di Bleacher Report: “There’s no doubt: Brady is the best ever” (Non c’è alcun dubbio: Brady è il migliore di sempre). E i complimenti al quarterback dei Patriots sono arrivati via Twitter da molti altri atleti, ad esempio molti protagonisti della NBA. Uno dei tweet più belli è stato quello inviato da Kobe Bryant: “5 rings can’t be deflated #Brady #Muse”. Jeremy Lin: “Tom Brady is cool blooded”. Chandler Parsons: “Oh you Brady! Show the world why you’re the best ever”. Congratulazioni sono arrivati anche da Sua Maestà Lebron James, che con un video pubblicato su Interrupted si è congratulato con il pluricampione NFL e con i Patriots per l’incredibile rimonta. Foto Super Bowl 2017: bleacher report

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: