I Raiders traslocano a Las Vegas con l’ok della NFL

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Raiders
Las Vegas avrà  una sua squadra di NFL. I Raiders giocheranno nella città del peccato. Questo però non accadrà prima di due anni. I Raiders prima di trasferirsi nella città del Nevada continueranno a giocare al Coliseum accanto all’Oracle Arena di Oakland. La decisione è stata ratificata con maggioranza schiacciante 31-1 dai proprietari della lega. Gli unici che si sono opposti sono stati i Miami Dolphins. I motivi di questo trasferimento sono soltanto economici.  Il proprietario dei Raiders Mark Davis, ha provato a dare delle giustificazioni dichiarando:”I Raiders, sono nati ad Oakland e Oakland farà sempre parte del nostro DNA. Sappiamo che i tifosi saranno tristi e arrabbiati , speriamo non se la prendano con la squadra”.  Nelle sue dichiarazioni alla stampa Mark Davis si è dimenticato di dire che ha aumentato i prezzi di biglietti e abbonamenti del 140%.  Il richiamo dei soldi e del fascino di una città come Las Vegas sono stati più forti della fede dei propri tifosi, che  saranno costretti a vederli in televisione. Se vogliono vederli dal vivo e quindi gioire insieme a loro, dovranno fare molti chilometri in macchina. Per il distacco definitivo dalla franchigia NFL dei Riders c’è ancora tempo. Il pubblico che affollava il Coliseum era uno dei più temuti d’America.  La sezione del Black Hole era frequentata da gente poco raccomandabile, dalla quale era meglio tenersi alla larga.

Leggi anche:  eSport, lo sport si sposta dal campo alla gamimg house

I Riders dopo più di 50 anni cambiano casa

I Riders sono stati fondati nel 1960. Nella loro storia hanno già cambiato denominazione. Questo è successo nel 1982 quando sono diventati i Los Angeles Riders. Poi però nel 1995 sono tornati a Oakland dove tutto è iniziato. La squadra nero-argento, ha collezionato nella sua storia ben 3 Super Bowl. L’ultimo è stato vinto nel lontano 1983, ben 34 anni fa. Quell’anno sulla panchina dei Riders c’era Tom Flores, gli avversari erano i Washington Redskins e la finale si giocava a Tampa in Florida.

Dopo più di 50 anni Mark Davis, l’attuale proprietario, ha deciso di trasferire la squadra nella “Sin City” d’America Las Vegas. Nella città del Nevada non c’è una cultura sportiva. Qui si disputano soltanto una tappa del campionato Nascar sul Las Vegas Motor Speedway e alcuni match di boxe. Diciamo che da queste parti gli sport di squadra preferiscono vederli in tv piuttosto che dal vivo. Dal prossimo anno potranno contare su  una squadra di Hockey i Vegas Golden Knigts.  La nuova franchigia parteciperà al campionato  NHL 2017/2018.  Vedremo come gli abitanti della “Sin City” si approcceranno a questo  sport.

Leggi anche:  IHL Serie A, semifinali gara 1: il Val Pusteria piega il Rittner Buam all'OT, l'Asiago travolge il Cortina

Per l’approdo del football, Las Vegas vuole fare le cose in grande. In cantiere c’è il progetto di uno stadio da 65000 posti e 1.9 bilioni di dollari.  Ciò che l’amministrazione di Oakland ha provato a garantire ai Riders senza riuscirci.  Alla cittadina californiana è stato inferto un colpo  forse mortale. Fra un paio d’anni abbandonerà anche la NBA. La squadra dei Golden State Warriors non giocherà più alla Oracle Arena di Oakland, ma a San Francisco.  Quindi la città nel 2019 potrebbe perdere l’appeal che si è conquistata in questi anni grazie al basket e al football.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: