Ritiri di lusso, Cagnotto, Magnini e Cambriani lasciano le attività

Pubblicato il autore: Pasquale Quaglia Segui

È un periodo di ritiri illustri dallo sport. Tania Cagnotto, la tuffatrice olimpionica ha già annunciato il suo ritiro dalle attività sportive, seguita dal nuotatore Filippo Magnini. In ultimo arriva anche l’annuncio di Niccolò Cambriani, il tiratore pluripremiato. Lo ha annunciato all’Ansa, dove ha dichiarato che lascerà il gruppo delle Fiamme Gialle e si concentrerà sulla sua attività lavorativa, fare l’ingegnere. Non ha chiuso del tutto però le porte in faccia alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Ipotesi di gare a coppie mentre lascerà definitivamente il suo pezzo forte, carabina 3 posizioni. Subito ci sono stati gli interventi sui social network in omaggio al campione olimpico.

I tweet del Ministro dello Sport e del Presidente Nazionale del Comitato Italiano Paralimpico
Il Ministro dello Sport Luca Lotti, conosciute le intenzioni di Niccolò Campriani, ha tweettato: “Dai! Ti aspettiamo! E ora, non cambiate canale, siamo con voi subito dopo la pubblicità!! (fuori onda: ma chi è sto Campriani?)“.
Tweet anche da parte del Presidente Nazionale del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli: “Grazie Niccolò Campriani per le tante emozioni che ci hai regalato come atleta. In bocca al lupo per la tua nuova…” ancora ha scritto: “Niccolò Campriani in visita al CIP: un grande uomo e un grande campione, un amico e sostenitore del mondo paralimpico“.

Leggi anche:  John Cena, ci sarà un possibile addio al SummerSlam 2021

Tania Cagnotto, Filippo Magnini, Niccolò Campriani, carriere a confronto
Tania Cagnotto chiuderà la sua carriera a Torino. Lo ha dichiarato in una conferenza stampa nei giorni scorsi dove, oltre al ritiro, ha parlato anche delle Olimpiadi che il Comune di Roma ha rifiutato. Considerata la più grande tuffatrice italiana di tutti i tempi, ha conquistato una medaglia d’argento più una di bronzo alle Olimpiadi, un oro, tre argenti, sei bronzi ai Mondiali e venti oro, cinque argenti e quattro bronzi agli Europei. La tuffatrice bolzanina è l’unica tuffatrice a vantare una medaglia, tra cui una d’oro, ai Mondiali ed è la tuffatrice europea a essere salita più volte sul podio nella sua carriera.
Filippo Magnini è stato piuttosto vago sul suo ritiro. “Potrebbe anche essere l’ultimo Mondiale. Sono stato abbastanza in acqua. Anche io ho voglia ogni tanto di fare altro“, queste le sue parole a Radio24. Un bronzo ai Giochi Olimpici, due ori, un argento e un bronzo ai Mondiali, due ori, quattro argenti, due bronzi a quelli in vasca corta, nove ori, quattro bronzi e altrettanti argenti agli Europei, otto ori, sette argenti e cinque bronzi a quelli in vasca corta, più un oro, due argenti ai Giochi del Mediterraneo. Il tutto condito da trentuno ori, diciannove argenti e sette bronzi ai Campionati italiani. È considerato il miglior stileliberista italiano nelle distanze brevi.
Niccolò Campriani è stato l’ultimo a dichiarare, come abbiamo detto, il suo ritiro. Lo specialista nel tiro a segno ha conquistato tre ori e un argento ai Giochi olimpici, un oro e un bronzo ai Mondiali, un oro e un argento ai Giochi Europei, tre ori, tre argenti e un bronzo agli Europei, un argento ai Mondiali Juniores, tre argenti e un bronzo agli Europei Juniores, più tre ori e un bronzo alle Universiadi.

  •   
  •  
  •  
  •