Ironman Kona 2017, oggi il campionato del mondo alle Hawaii: percorso, favoriti e dove vederlo

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui

Ironman Kona 2017

Il grande giorno è arrivato. Le attese di una stagione, gli allenamenti estenuanti, le speranze e le sofferenze accumulate fin qui oggi vedranno la propria realizzazione là dove l’Ironman nacque nell’ormai lontano 1978. Dalle 15 persone che quel giorno si sfidarono per trovare risposta ad una discussione, affrontando in sequenza e senza soluzione di continuità le tre gare più dure delle Hawaii, la Waikiki Roughwater Swim (2.4 miglia – 3.86 km ), la Around-Oahu Bike Race (112 miglia – 180.25 km) e la Honolulu Marathon (26.2 miglia – 42.195 km), negli anni i partecipanti al via sono cresciuti a dismisura, ed è per questo che oggi ai nastri di partenza saranno ben 2454 atleti pronti a combattere, prima che tra loro, contro se stessi, in quello che è considerato il Campionato del Mondo di specialità. E così, nel primo sabato di luna piena di ottobre, come da tradizione, ecco che va in scena l’Ironman Kona 2017, dove tra acque cristalline e lunghi tratti asfaltati circondati da un panorama lunare, tutti i partecipanti cercheranno di arrivare al traguardo di Alii Drive per sentirsi dire, una volta di più, “You are an Ironman”. Si signori, siete dei finisher, siete degli uomini di ferro perché avete saputo combattere contro i limiti ipotizzati dall’uomo, superandoli grazie al sacrificio, alla forza di volontà.
Che la sfida abbia inizio.

Leggi anche:  Dove vedere Brescia-Monza: streaming e diretta tv Rai Sport o DAZN?

Ironman Kona 2017: IL PERCORSO

Fin dalle primi luci dell’alba gli atleti si caleranno nelle acque ancora calme del Pacifico, per vivere uno dei momenti forse più suggestivi della gara anche grazie alla folta cornice di pubblico presente a Kailua Bay.
Le correnti possono giocare un ruolo determinante, per questo è consigliato agli atleti di provare a fare qualche nuotata prima della partenza, con la temperatura dell’acqua che solitamente si aggira sui 26° C.
Dopo aver effettuato la T1, gli atleti saliranno quindi sulla bici per percorrere in 180 km che dalla Queen Ka’ahumanu Highway li porteranno in cima al Monte Hawi, per poi tornare indietro ripercorrendo il tragitto in senso opposto. In questo caso l’incognita maggiore sarà data dal vento, il leggendario Ho’omumuku, che ha origini termiche ed è generato dalla differenza di temperatura tra il mare e le imponenti alture vulcaniche circostanti. Debole al mattino, con il passare delle ore e di conseguenza con l’aumento di temperatura, questo aumenterà la propria intensità fino a toccare la massima forza durante la salita per Hawi, dove i corridori dovranno stare attenti a non essere catapultati da un lato all’altro della carreggiata.
Per finire, dopo l’uscita dalla T2, sarà il turno della maratona che si snoda attraverso la città, passando per Palani Road, Queen Ka’ahumanu Highway e per il Laboratorio di energia naturale dell’Autorità Hawaiana (NELHA), prima di concludersi su Alii Drive. Come sempre, correndosi nelle ore più calde ed umide del giorno, questa terza ed ultima frazione sarà quella probabilmente decisiva, dove molti potranno andare in crisi se non si saranno alimentati nel modo corretto o se avranno speso troppo nelle due precedenti prove.

Leggi anche:  Mondiali di pallamano: definiti i quarti di finale

Ironman Kona 2017: I FAVORITI

Vista la start list, il favorito numero uno tra gli uomini per questo Ironman Kona 2017 non può che essere il Campione del Mondo delle ultime due edizioni, vale a dire il tedesco Jan Frodeno. Alle sue spalle incombono però minacciose le ombre di Sebastian Kienle e Patrick Lange, con il primo che dopo il secondo posto del 2016 cercherà di riprendersi il titolo già conquistato nel 2014, mentre il secondo potrà contare su una maratona di alto livello, come dimostrato lo scorso anno quando frantumò il record di Mark Allen che resisteva da 27 anni. Tra gli outsider troviamo invece Lionel Sanders e Josh Amberger, e gli americani Ben Hoffman, Tim O’Donnell e Andy Pots, con le speranze italiane riposte soprattutto in Alessandro De Gasperi, che potrebbe regalarci la miglior posizione in un campionato del mondo e chissà, magari anche il podio. Gli altri italiani al via saranno invece Daniel Fontana e Giulio Molinari, mentre l’inglese Tim Don, fresco detentore del record in un Ironman con 7h40’23”, non sarà della gara dopo essere stato travolto da un’auto durante un allenamento sull’Isola.
Tra le donne vale lo stesso discorso fatto per Frodeno, con Daniela Ryf che cercherà di centrare la tripletta superandola concorrenza dell’americana Heather Jackson e dell’australiana Sarah Crowley, mentre saranno da tenere in considerazione Kaisa Sali (Finlandia), Michelle Vesterby (Danimarca) e le inglesi Susie Cheetham e Lucy Charles, quest’ultima rivelazione del 2017 con la vittoria a Lanzarote e l’argento all’Ironman European Championship di Francoforte.

Leggi anche:  Olimpia Milano-Olympiakos: streaming e diretta tv? Dove vedere Eurolega

Ironman Kona 2017: LIVE STREAMING

Il live della gara, che inizierà alle ore 18.35 italiane (6.35 locali), sarà visibile in streaming sul sito ufficiale ironman. E’ inoltre possibile seguire la diretta video streaming cliccando su www.redbull.tv/ironman.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: