L’evento sportivo che unisce, dal 24 gennaio parte l’Israman Ironman Garmin Race

Pubblicato il autore: Benedicta Felice Segui


Un evento che celebra la vita, l’amore per la natura, l’attenzione per la salute del proprio corpo. In una terra dilaniata dai conflitti, nasce una nuova speranza, attraverso un evento che riunisce 25 nazioni diverse. La manifestazione si intitola Israman Ironman Garmin Race ed è una delle gare di triathlon più difficili in assoluto rispetto ad altre competizioni sportive.

L’evento si svolgerà dal 24 al 27 gennaio del 2018 e prevede un totale di circa duemila partecipanti.

Tra le nazioni coinvolte riveste una grande considerazione l’Italia, e tra i partecipanti ci sarà pure Claudio Chiappucci, un appassionato del genere che è stato un professionista delle due ruote. Claudio ha ricoperto il ruolo di ciclista su strada, pistard e ciclocrossista italiano.

L’evento sportivo si basa sulla percorrenza di 3.8 km a nuoto nel Mar Rosso, 180 km da attraversare in bici tra i monti di Eilat e per concludere una maratona che funge da ingresso nella città israeliana.

Leggi anche:  Olimpiadi, il Governo approva il dl: ma non è finita..

Sulla manifestazione ha espresso la propria opinione Avital Kotzer Adari, il direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo in Italia che ha affermato: “Eilat è raggiungibile con voli diretti dalla aeroporto Orio al Serio a Bergamo e con poco più di tre ore di volo dall’ Italia sarà possibile vivere la magia di una vacanza avvolti dal tiepido calore del deserto del Negev; calore e magia del Mar Rosso, per vivere l’estate tutto l’anno, dove l’inverno non esiste”.

Lo sport che unisce, lo sport che insegna a vivere in armonia, che celebra la vita.
Per chi vorrà cimentarsi in questa impresa  è possibile ancora iscriversi.
Appuntamento nel 2018 in Israele.

  •   
  •  
  •  
  •