Tony Martin si sfoga: “Chris Froome non doveva essere al Mondiale, UCI poco trasparente”

Pubblicato il autore: Lorenzo Segui

Chris FroomeContinua a tenere banco in queste ore il “caso Froome“. Il ciclista britannico del Team Sky, trovato positivo al salbutamolo nell’ultima edizione della Vuelta di Spagna, ha contribuito a scuotere tutto il mondo delle due ruote: sono tantissimi, dai colleghi agli addetti ai lavori passando per semplici appassionati, coloro che hanno speso parole non bellissime, per usare un eufemismo, nei suoi confronti.

Uno di questi è Tony Martin, tedesco in forza alla Katusha-Alpecin, che ha utilizzato i propri account social per esprimere le sue opinioni sulla vicenda che ha colpito uno dei più grandi esponenti del ciclismo mondiale. “Non posso non essere arrabbiato per quanto accaduto. Nel caso di Chris Froome, è evidente come siano stati fatti due pesi e due misure; altri corridori risultati positivi ai test antidoping sono stati immediatamente sospesi. A lui e alla sua squadra, invece, l’UCI ha dato il tempo di spiegare e prendere posizione. Non è mai successa una cosa simile in passato, è davvero uno scandalo. Non avrebbe nemmeno dovuto prendere parte al Mondiale“, ha commentato il 32enne di Cottbus, vincitore della medaglia d’argento a cronometro ai Giochi Olimpici di Londra 2012.

Leggi anche:  Pallamano, Serie A: oggi il recupero Pressano-Cassano Magnago

“La mia impressione è quella che dietro le quinte si stia cercando di stringere accordi per uscire da questa situazione sgradevole a qualcuno. Lui e il suo team godono di uno status particolare? Questo caso va in contrasto con la lotta al doping che io e Marcel Kittel, tanto per fare un nome, stiamo facendo. L’UCI dovrebbe operare con trasparenza, servono azioni coerenti da parte della Federazione Internazionale. In questi istanti, è in gioco la credibilità del nostro sport: stanno succedendo fatti incoerenti, poco trasparenti, poco professionali e ingiusti“, ha concluso Martin nel suo lungo sfogo apparso su Facebook.

  •   
  •  
  •  
  •