Pallanuoto: campionati definitivamente terminati, scudetto non assegnato

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Dopo il rugby, il volley e il basket anche la pallanuoto ha deciso di terminare definitivamente i campionati per l’emergenza Coronavirus, decidendo di non assegnare lo scudetto e bloccando promozioni e retrocessioni. Proprio nella giornata di ieri il Len (Lega Europea di nuoto) aveva deciso di terminare anch’esso le manifestazioni europee. Dunque per questa stagione niente più pallanuoto.

Pallanuoto, comunicato FIN

Non essendo possibile garantire la ripresa in tempi brevi dello svolgimento regolare delle attività a causa dell’emergenza Covid 19, ha disposto la conclusione di tutti i campionati nazionali di pallanuoto 2019/2020 di serie A1, A2 e B, sia maschili sia femminili. A tal proposito sono stati stabiliti la non assegnazione del titolo di Campione d’Italia ed il blocco delle retrocessioni alle serie inferiori, vengono bloccate le promozioni alle serie superiori prevedendo la ripartenza della prossima stagione secondo le formule dei campionati appena dichiarati conclusi: alle serie A1 edizione 2020/2021 parteciperanno 14 e 10 squadre rispettivamente per il settore maschile e femminile“.

Queste invece la parole del presidente Paolo Barelli che ha commentato così queste decisioni: “Sono molto dispiaciuto per questo stop inevitabile; mi auguro e spero che il prossimo campionato possa rappresentare il ritorno alla normalità e così onorare l’impegno degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti di società che hanno dovuto vivere, insieme con tutto il Paese, questo momento tragico della nostra storia, non solo sportiva“.

Per dovere di cronaca ricordiamo che al momento dello stop (sabato 7 marzo) nel campionato di Serie A maschile era al comando l’imbattuta Pro Recco con 48 punti in 16 incontri, davanti alla coppia Brescia-Ortigia Siracusa con 39 (i lombardi una gara in meno).

  •   
  •  
  •  
  •