Atletica: Max King, ecco chi è il nuovo Re dei 100km

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

max king

Venerdì sera a Doha, Qatar, il runner americano Max King si è laureato campione del mondo dei 100km su strada in 6h27’43”. Ha 34 anni, americano, e può diventare il nuovo idolo degli appassionati di atletica di tutto il mondo. Questo è il suo secondo titolo mondiale IAAF dopo la vittoria nel 2011 a Tirana, in Albania, del Mondiale di Corsa in Montagna. Ebbene sì, avete letto bene: campione mondiale su strada e campione mondiale in montagna, l’unico a riuscire in questa atipica accoppiata!

Anche se in maratona ha un personale di tutto rispetto di 2h14’36”, quest’anno ha deciso di entrare nel mito delle Ultratrail: ha partecipato per la prima volta a una 100 Miglia in montagna, e non una qualunque, ma la durissima Western States Endurance Run (la più antica 100 Miglia trail del mondo), giungendo quarto in 15:44:45 (vincendo la famosa fibbia d’argento avendo concluso la gara sotto le 24 ore).

A Max King basta correre, su quale superficie e in quale distanza non importa, basta correre. Solo così, riportando le sue parole, “è l’unico modo per diventare un corridore più forte”. Per prepararsi alla Western States ha svolto anche allenamenti pianificati su uscite bi-giornaliere: 20 miglia su sentieri sterrati collinari la mattina e 20 miglia su strade asfaltate il pomeriggio aumentando il ritmo. Immenso!

Il 2014 è un anno d’oro per Max King, iniziato a marzo con il record della Chuckanut 50K (03:35:42) a Fairhaven e la vittoria a maggio al Ice Age Trail di 50 miglia (5:41:07) a La Grange, proseguito a giugno con il 4° posto nella mitica Western States 100 e concluso pochi giorni fa con la vittoria mondiale a Doha. Fantastico!

max king

max king

  •   
  •  
  •  
  •