Olimpiadi 2024 a Roma, Renzi ci crede: Il 15 dicembre annunciamo un sogno

Pubblicato il autore: Federico Sorrentino Segui

Riuscirà l’Italia, e Roma in particolare, ad ospitare nuovamente le Olimpiadi come nel 1960? Secondo il premier Matteo Renzi non bisogna perdere la speranza, anche perchè molto presto ci potrebbero essere grandi novità in merito. “Il 15 dicembre annunceremo un sogno”, ha detto in un’intervista a Rtl 102.5, rispondendo proprio ad una domanda sulla possibile candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024.

renzi_malago-600x300

“Se riusciamo a rimettere in moto il fisco e la Pubblica amministrazione – ha risposto il Presidente del Consiglio – le Olimpiadi le facciamo sotto gamba, organizzarle sarà più facile”. Già nel 2012 Roma aveva provato a presentare la propria candidatura – salvo ritirarla in extremis – per l’edizione 2020 poi assegnata a Tokyo. Renzi ha affermato che all’epoca fu molto colpito dall’ex premier Mario Monti quando disse che “le Olimpiadi erano un progetto troppo grande per l’Italia. Ma non c’è progetto troppo grande per l’Italia, vedrete il 15 dicembre: lavoriamo di sponda con il Coni”. Sull’argomento ci si è sempre divisi. Da una parte ci sono i sostenitori della candidatura, coloro che ritengono che la più grande manifestazione sportiva al mondo possa essere un’irrinunciabile occasione di rilancio per un Paese in crisi. Dall’altra ci sono i contrari, che sposano le parole del compianto Pietro Mennea secondo il quale ospitare un’Olimpiade voleva dire fare affari privati coi soldi pubblici. I flop di Atene 2004 e Pechino 2008, in effetti, sembravano dar ragione all’ex primatista mondiale del 200 metri.

Nel frattempo intanto proseguono i lavori a Rio de Janeiro per l’edizione 2016. Il Comitato olimpico Usa, dopo un’ispezione, ha affermato che in città sono stati fatti progressi impressionanti, smentendo così le voci che volevano un netto ritardo sull’organizzazione e sull’ultimazione delle infrastrutture.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: