Maratona: Firenze, Kenia ed Etiopia dominano la gara

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

maratona di firenze

 

Riflettori puntati sulla 31ma edizione della Maratona di Firenze e i suoi 9.438 atleti alla partenza. L’umidità e i cambi di ritmo hanno spossato numerosi atleti giunti al traguardo provati da crisi muscolari e organiche.

La gara maschile è stata ad eliminazione diretta, con nuove atleti che hanno fatto subito selezione. Quando al trentesimo chilometro i pace maker hanno esaurito il loro compito, i tre keniani che poi hanno composto il podio hanno cominciato a darsi battaglia. Al 35° km Kibor inizia ad accusare la fatica e i forti crampi non gli consentono di rimanere con Kipsang e Matebo che procedono affiancati fino al 40° km, momento in cui Kipsang ha sferzato l’ultimo attacco e piegato la resistenza dell’avversario. Kipsang, all’esordio sulla distanza, ha chiuso in 2h09’55”.

Nella gara femminile l’etiope Ehite Gebireyes Bizuayehu, già vincitrice a Siviglia e Varsavia, mette in mostra la sua esperienza correndo tutta la gara in testa. Con un secco cambio di ritmo tra il 35° e il 40° km ha distanziato di quasi un minuto abbondante la keniana Grace Momanyi, unica rimasta a contenderle la vittoria, conclundendo in 2h31’28”.

Classifica

Tripletta keniana in campo maschile

1- Asbel Kipsang 2:09’55”

2- Omari Levy Matebo a 25 secondi (2:10’20”)

3 -William Kibor 2:15’20”

8 – Domenico Ricatti 2:20’01”

Vittoria etiope tra le donne keniana

1 – Ehite Gebireyes Bizuayehu in 2:31’28”

2 – Grace Momanyi a 1’33”

3 – Wambui Murigi a 5’40”

8 – Lara Giardino 3:00’05”

  •   
  •  
  •  
  •