Maratona di Milano, trionfa l’evergreen Mungara – VIDEO

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

Maratona di Milano

Il 42enne keniano Kenneth Mungara dà una lezione di atletica a tutti e vince la Maratona di Milano, IAAF Bronze Label Road Race, in 2:08:44. Mungara ripete, così, la vittoria della Maratona di Singapore di dicembre e segna anche il nuovo record del mondo over 40.
Gara maschile

Nove uomini compongono sin dall’inizio un gruppo di testa, tra loro due pacemaker keniani. I loro passaggi sono regolari: ai 5km in 15:15, ai 10 km in 30:24, ai 15 km in 45:40 e alla mezza in 1:04:11. Al 30° km, prima di abbandonare, i pacemaker transitano in 1:31:22 insieme a Kotut, Baaru, Koitile, Bungei e Mungara. Mungara rimane coperto fino al 40° km, per poi allungare e staccare gli avversari. Secondo, al debutto sulla distanza, giunge Cipriano Kotut, fratello minore del mitico Martin Lel.
È possibile segnare tempi veloci su questo percorso. È stata una gara dura fino alla fine.
Mungara ricorda il suo inizio tardivo (30 anni) alla corsa. “Ho guardato i ragazzi e ho pensato, ‘li posso battere’. Presto mi sono reso conto che erano agguerriti. Non potevo staccarli subito, non riuscivo nemmeno ad allenarmi con loro. Mi sono allenato da solo. Dopo un po’ di tempo sono andato a una mezza maratona, ma ho dovuto abbandonare, però ho imparato dai miei errori.

Maratona di MilanoGara femminile
Un gruppetto di testa formato da tre etiopi e tre keniane prendono il largo sin dai primi km. Alla mezza (1:11:23) Jeptoo, Karimi e Lemma hanno tre secondi di vantaggio su Wangui. Al 30° km Karimi si trova davanti da sola con un vantaggio di 54 secondi su Lemma. La keniana Lucy Karimi aumenta costantemente il suo margine di supremazia sulla rivale, andando a vincere in 2:27:35. Terzo posto per la 37enne italiana Fatna Maraoui.

  •   
  •  
  •  
  •