Bomba Doping Atletica, escono i numeri dei “sospetti” con 6 italiani

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

doping

Dall’inchiesta del Sunday Times e dell’emittente tedesca Ard/Wrd che sta sconquassando l’intero mondo dell’atletica affiorano i primi numeri. La IAAF, dimostratasi inizialmente ben disposta a collaborare e a far luce sulla situazione, adesso medita di affidarsi ai legali in quando l’intero dossier comprendente i 12.000 test del sangue è stato fornito alla stampa in modo illegale.
In ogni caso, da questo enorme database di “valori altamente anomali”, si evince che le prove di fondo e mezzofondo sono quelle che registrano il maggior numero di atleti medagliati con valori sospetti.
1.500 m –> 29 casi
20 km di marcia –> 28
800 m –> 16
5.000, 3mila siepi e 10.000 –> 15
50 km di marcia –> 13
eptathlon/decathlon –> 9
maratona –> 6

dopingPer quanto riguarda le rassegne internazionali “incriminate”, i Mondiali di Helsinki del 2005 sono l’evento con il maggior numero di atleti medagliati sospetti con 21 casi.
Mondiali di Osaka del 2007 –> 20
Olimpiade di Pechino del 2008 –> 19
Atene 2004, Mondiali di Edmonton 2001 e Mondiali Daegu 2011 –> 16
Mondiali di Berlino 2009 e Mondiali Saint-Denis 2003 –> 14
Invece, entrando nello specifico delle Nazioni con atleti con il maggior numero di test “anomali”, è la Russia, con 30 casi, a essere in vetta alla classifica.
Ucraina –> 28
Turchia –> 27
Grecia –> 26
Marocco –> 24
Bulgaria –> 22
Bahrain –> 20
Bielorussia –> 19
Slovenia –> 16
Romania e Uganda –> 13
L’Italia è al 28° posto con 6 casi in compagnia di altre nazioni. Sorprende come si siano riscontrati “solo” 5 valori anomali di atleti di USA e Cina.
Ben 55 Paesi compongono la classifica di questo terremoto Doping Atletica… in molti stanno tremando !

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: