Mondiali di atletica 2015, Bolt: si parla solo di doping

Pubblicato il autore: Maria Giorgia Corolini Segui

bolt

Mondiali di atletica, per Usain Bolt si parla solo di doping: visti i precedenti di Gatlin, lo sfidante diretto di Bolt che in passato ha scontato una squalifica per doping, e viste anche le recenti rivelazioni e accuse alla Iaaf, le domande sono d’obbligo. Ma Usain Bolt non ci sta: “La questione del doping è diventata il centro di tutto. Nelle ultime settimane ho sentito parlare solo di doping, doping e doping. E anche qui la maggior parte delle domande che mi fate è su questo argomento, ed è triste considerando che siamo all’antivigilia dei Mondiali di atletica, e si dovrebbe parlare anche delle gare. Ma non posso farci niente, siete voi che scrivete“.

Bolt è reduce da un anno poco più che sabbatico e per una volta, a questi Mondiali di atletica, non è il favorito, dal momento che l’avversario Justin Gatlin (Usa) è imbattuto da due anni nella specialità: “Corro per me stesso, e sono gli altri a dire che il mio sport ha bisogno che io vinca perché ho sempre gareggiato pulito. Ma salvare il nostro sport è una responsabilità di tutti gli atleti, ognuno di noi dovrebbe far vedere che si può andare avanti senza bisogno del doping, non è una responsabilità solo mia– continua Usain Bolt io faccio ciò che è giusto, seguo le regole, ma tutti devono capire che il segreto per andare più forte ed essere competitivi è lavorare duro. E’ questo che farà del mondo dello sport un posto migliore. Comunque sono pronto e felice di essere tornato a Pechino“.

PER IL PROGRAMMA E LA DIRETTA DEI MONDIALI DI ATLETICA CLICCA QUI —> https://news.superscommesse.it/atletica/2015/08/programma-mondiali-atletica-pechino-e-diretta-tv-84752/

Le regole sono queste, non le ho fatte io– risponde Bolt a chi gli chiedeva del fatto che ai Mondiali di atletica troverà in pista Gatlin, Powell e Gay, tutti reduci da squalifichee le regole stabiliscono che dopo aver scontato la pena uno può tornare a gareggiare. Gatlin sarà in pista, e devo pensare a batterlo, senza preoccuparmi dei problemi che ha avuto“. Stanotte, a Pechino, scatteranno i Mondiali di atletica con la maratona maschile, collocata stranamente all’inizio del programma, e l’attenzione è sin d’ora sulla finale dei 100 metri, in calendario domenica alle 15.15 italiane.

  •   
  •  
  •  
  •