Atletica, brutta fine per Yulia Balykin: è stata trovata morta in un bosco

Pubblicato il autore: Baldassarre Daidone

Yulia Balykin: atleta bielorussa morta in un bosco

Tragedia nel mondo dell’atletica, è morta la 28 enne bielorussa Yulia Balykin che era scomparsa lo scorso 28 Ottobre. L’atleta bielorussa è stata campionessa sia nei 100 che nei 200 stile libero, era scomparsa il 28 Ottobre e la Polizia dopo aver effettuato numerose ricerche sia nella macchina, sia nella sua abitazione, aveva aperto un fascicolo lasciando credere a tutti che si trattava di omicidio e ha arrestato il suo fidanzato Dimitri V che aveva già precedenti penali. L’8 Novembre il vice ministro degli Interni aveva aumentato le ricerche battendo un aerea di 30 kmq , impiegando 300 uomini, ma non riuscivano a trovarla. Mentre le ricerche continuavano, hanno interrogato il ragazzo, che non aveva mai confessato di averla uccisa.

La ragazza è stata trovata in un bosco avvolta nel cellophane e posto sotto uno strato di muschio, vicino al villaggio del quartiere Olden Smolevichi. La ragazza aveva partecipato alle Olimpiadi di Londra nella staffetta 4×100, purtroppo la sua carriera ha avuto un’impennata improvvisa quando è stata trovata positiva al doping nel 2013, subendo una forte squalifica. Dopo appena due anni dalla squalifica, l’atleta bielorussa aveva ricevuto la riabilitazione per tornare a correre nel luglio del 2015. Purtroppo è l’ennesima tragedia dopo la partecipazione a Londra, il numero di morti è salito a 14.

  •   
  •  
  •  
  •