Atletica: i risultati della We Run Rome e della Boclassic

Pubblicato il autore: Matteo Monaco

daniele-meucci-terzo-nei-10000-metri-europei-barcellona-2010_15167008_980x980

Si sono svolte ieri le ultime due gare dell’anno in Italia con due corse ormai considerate classiche: la We run Rome, nella capitale e la Boclassic di Bolzano, gare entrambe di dieci chilometri.

La più importante, per tradizione e partecipanti è sicuramente la classica bolzanina che ha visto, come spesso accade, il trionfo del Corno d’Africa con tre etiopi, nella gara maschile, sui tre gradini  del podio. L’ordine dei tre atleti, però, ha lasciato stupiti: i due grandi favoriti, Muktar Edris, classe 1994 vincitore del titolo mondiale juniores nei 5000, tra i talenti più cristallini della nuova generazione di atleti etiopi si è piazzato al secondo posto. Ancora peggio ha fatto il grande favorito della giornata, Imane Merga, bronzo nei 10000 ai mondiali del 2011 e argento ai mondiali di cross del 2013, che si è classificato sul terzo gradino del podio. A vincere  stato il meno quotato degli etiopi, Tamirat Tola, sesto classificato ai campionati del mondo di cross dello scorso anno. La gara è iniziata subito molto velocemente, con l’azzurro Said El Otmani a imporre il ritmo. A metà gara rimangono in cinque: i tre etiopi, il siepista keniano Jairus Birek e il neozelandese Zane Robertson. Consapevole di non avere possibilità in un arrivo in volata, l’etiope Tola ha forzato l’andatura, guadagnando nel giro di pochi chilometri un vantaggio considerevole, neutralizzando le resistenze dei suoi avversari. Sul traguardo arriverà primo con 28’28” e quasi venti secondi di vantaggio sul secondo, uno dei distacchi più alti della storia della competizione.

In campo femminile la vittoria  andata all’etiope Netsanet Gudeta, che si  aggiudicata la gara di 5 km con un tempo di 15’57”, precedendo di cinque secondi la vincitrice dello scorso anno, la keniana Kisa Janet. La gara si è svolta a ritmi blandi fino al penultimo giro quando le due atlete hanno dato l’accelerazione decisiva andando addirittura a effettuare la volata un giro prima per un errore di valutazione.

Bene gli italiani con El Otmani primo in campo maschile con un buon nono posto, davanti ad Ahmed El Mazouri, Lorenzo Dini e al campione europeo juniores di corsa campestre Yemaneberhan Crippa. In campo femminile buon quinto posto di Margherita Magnani a trenta secondi dal podio, mentre ritorna a buon livello l’altoatesina Silvia Weissteiner, nona sul traguardo.

La We Run Rome vedeva tra i favoriti il campione europeo di maratona, l’azzurro Daniele Meucci che, dopo una gara di testa, si  dovuto accontentare del secondo posto dietro al francese Florian Carvalho. L’atleta francese  riuscito a spuntarla in volata per soli due secondi sfruttando al meglio la sua preparazione dal crossista e favorito da un Meucci ormai maratoneta a tutti gli effetti. In campo femminile la vittoria  andata all’ugandese Mercilyne Chelangat vincitrice con un distacco di circa trenta secondi sulla keniana Linah Cheruto. A completare il podio il buon terzo posto dell’azzurra Veronica Inglese, pronta a tornare ai livelli che prometteva da juniores. Per lei una gara molto accurata e in progressione che alla fine l’ha vista giungere a soli quindici secondi dalla piazza d’onore.

  •   
  •  
  •  
  •