Bronzo Italia ai Campionati Mondiali Universitari di Corsa campestre

Pubblicato il autore: Angelo Gambella Segui

A Cassino sono in corso i Campionati Mondiali Universitari di corsa campestre sul percorso disegnato nei prati del campus universitario Folcara sullo sfondo della celebre Abbazia. Buone notizie per l’Italia che conquista la medaglia di bronzo femminile a squadre, mentre la formazione maschile chiude quarta.

In campo femminile vince il Giappone con 13 punti davanti alla squadra unificata della Gran Bretagna, seconda con 22 punti. Titolo individuale alla turca Sevilay Eytemis (21:57) che precede le due giapponesi Moeno Shimizu (22:00) e Maki Izumida (22:01). La migliore delle azzurre è stata la 25enne Valeria Roffino, decima in 22:34. Dal dettagliato resoconto diffuso dalla FIDAL emerge una prova regolare sui 6,2 chilometri, con un recupero nelle fasi conclusive. Francesca Bertoni e Silvia Oggioni, chiudono rispettivamente 15esima (22:46) e 16esima (22:51) risultati che consentono alla squadra italiana di ottenere 41 punti alla pari dell’Australia che però finisce quarta per il peggior piazzamento della sua terza atleta (29esima). Le altre azzurre: Barbara Bressi, 20esima (23:14), Laura Biagetti 36esima (24:18) e Alice Cocco 39esima (24:29).

Cassino podio corsa campestre(Foto del podio delle azzurre. Dal sito della FIDAL)

Per dieci punti alla squadra maschile sfugge il podio. Bene Italo Quazzola 11° in 34:22 dopo 10,7 chilometri di corsa. Seguono quasi appaiati Andrea Pranno 17° in 34:50 e Alessandro Giacobazzi 18° in 34:53, mentre Riccardo Passeri (35:16) è il quarto degli italiani e consente di completare il punteggio di squadra con il suo 26° posto finale. Gli altri azzurri chiudono 42° e 43°, si tratta di Andrea Elia (36:01) e Alex Baldaccini (36:19).

Dominio degli atleti marocchini che coprono le prime quattro posizioni della corsa con la vittoria finale di Hicham Amghar (33:46) su Reda Jaafar (33:49), Youssef Ben Had (33:51) e Mohamed Agourram (33:53). Nella classifica a squadre, dopo l’imbattibile Marocco a 10 punti, figurano il Giappone (31 punti) e la Turchia che chiude al terzo posto (62) davanti, come dicevamo, all’Italia, quarta con 72 punti.

Prima dell’evento, nella mattina di ieri, c’è stata la visita degli atleti all’Abbazia di Montecassino a cui ha fatto seguito, nel pomeriggio, la cerimonia di apertura al Teatro Manzoni. E’ stata, questa, la ventesima rassegna iridata universitaria, la terza in Italia dopo quelle di Bologna nel 1988 e di Collegno nel 2004. Una manifestazione allestita dal CUS Cassino – nell’anno del suo trentesimo anniversario – e dall’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, con il Comune di Cassino, il CUSI e la FISU.
Il testimone passa adesso alla città svizzera di San Gallo, che organizzerà i Mondiali Universitari di corsa campestre nel 2018.

  •   
  •  
  •  
  •