Il fascino della Roma Ostia: intervista con Giorgio Calcaterra

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

giorgio calcaterraLa vigilia della mezza maratona Roma Ostia è l’occasione per intervistare Giorgio Calcaterra, il famoso corridore romano.

Quando manca meno di un giorno alla partenza della Roma Ostia 2016, prevista domenica 13 marzo alle 9, ho l’opportunità di pubblicare l’intervista a Giorgio Calcaterra, il famoso corridore romano.
Ho già accennato al libro in uscita “correre è la mia vita” e all’hashtag #correreè ma ho pensato fosse interessante sentire l’autore.
ciao Giorgio, partiamo dalla fine. parlaci del libro “correre è la mia vita” e dell’ hashtag  #correreè. Come mai dopo tanti anni hai deciso di pubblicare la tua esperienza?
E’ una cosa che avrei sempre voluto fare, ma non ne ho mai trovato il tempo. Poi ho incontrato Daniele e Fabrizio, loro mi hanno dato quella spinta in più di cui avevo bisogno e finalmente il progetto è partito.
Per chi non ti conosce, come ti definiresti?
Un ragazzo quarantaquattrenne che ama la corsa e il rispetto verso gli altri.
Calcaterra, meglio noto come il corridore-tassista. Come sei riuscito a conciliare le due passioni/attività?
Quando hai una grande passione come la mia, il modo lo trovi. Andavo a correre alle cinque del mattino o alle 23 della sera ma lo facevo con gioia e così conciliavo le due cose.
E’ nota a tutti la tua disponibilità.Come si diventa un campione e come si resta normale?
Ho sempre voluto cambiare dei lati del mio carattere, ma non ci sono quasi mai riuscito. Rimanere me stesso invece mi è sempre venuto facile.
Stakanovista per definizione. quanti km pensi di aver corso, finora, in questo 2016?
Almeno 7000 credo di averli corsi, ma è un calcolo approssimativo.
Per preparare una mezza maratona, esistono degli allenamenti fondamentali?
Io do molta importanza ai km, credo che contino soprattutto quelli.
Hai corso domenica a Ladispoli una dieci km, correrai domenica una mezza. Ti piace correre in casa. Qual è secondo te il fascino della Roma Ostia?
E’ una gara storica, con moltissimi partecipanti e anche molto scorrevole. Non ultimo ci porta verso il mare che per molti rappresenta la libertà. E’ anche una gara ben organizzata, quindi vale la pena di correrla per diversi motivi.
Farai anche la maratona di Roma ad aprile? hai altre gare in programma?
Dopo cinque giorni dalla Roma Ostia correrò la maratona di Gerusalemme, poi la maratona di Milano a staffetta e poi la mia amatissima maratona di Roma!
Hai fondato, tra le altre cose anche una società podistica. per il piacere di farlo o preferisci allenarti da solo e gestire i tuoi impegni?
Mi piace correre in compagnia, ma scelgo di farlo solo quando incontro casualmente i miei amici solo perché non mi piace avere un orario in cui andare ad allenarmi.

In bocca al lupo allora per domani e per le tue sfide future.
Grazie a nome di tutta la redazione,
Mario.
20100127-giorgio-calcaterra

 

  •   
  •  
  •  
  •