Mezza maratona Roma Ostia, clima di festa alla partenza

Pubblicato il autore: Mario Massimo Perri Segui

Mezza-Maratona-Roma-Ostia-2016
Socializzazione. Divertimento. Sana competizione. Sono queste le parole per descrivere il clima prima della partenza della mezza maratona Roma Ostia, capace di coinvolgere un grandissimo numero di partecipanti da ogni parte d’Italia e del mondo. Un clima di festa, nel quale si mescolano i volti sorridenti di uomini e donne arrivati qui senza troppe pretese di classifica, con i volti concentrati degli atleti che puntano a migliorarsi e ad andare al là dei propri limiti.

Una delle strade più conosciute e temute (a causa del traffico) nella Capitale – via Cristoforo Colombo – insolitamente invasa da 15 mila persone, che fanno da sfondo ad una bella fotografia in grado di cancellare, almeno per un giorno, l’immagine delle auto in coda. Ormai, è una storia che si ripete una volta l’anno, anche se – ogni volta – con numeri in crescendo. La Roma-Ostia è giunta, infatti, alla sua 42° edizione. La longevità della manifestazione ha permesso agli organizzatori di trovare la giusta formula per garantire un evento di altissimo livello, come dimostrato dalla IAAF Gold Label assegnata per il quinto anno consecutivo.

Noi di SuperNews siamo stati presenti ai nastri di partenza per effettuare delle interviste che possano trasmettere ai lettori il fantastico clima pre-gara. Ecco, per voi, le interviste di alcuni dei partecipanti:

La mezza maratona Roma Ostia è stata – poi – dominata dai keniani, con cinque di essi nei primi sei posti. Yego ha vinto la corsa, realizzando il terzo tempo di sempre in una mezza maratona e stabilendo il primato della manifestazione in 58’44”. Insieme a lui, sul podio, gli altri due keniani Kipkoech Langat (59’18”) e Ndiwa (1h00’6″).

Ci sentiamo di rivolgere un ringraziamento particolare alla Croce Rossa, capace di salvare la vita ad un 40enne che, appena tagliato il traguardo, è stato vittima di un arresto cardiaco. Grazie all’intervento degli operatori, intervenuti con il defribillatore e le manovre di rianimazione, l’uomo ha ripreso il ritmo cardiaco ed è stato poi trasportato all’Ospedale Grassi dove ora è ricoverato in condizioni stazionarie. Nel corso della gara, la Croce Rossa di Roma ha fornito assistenza sanitaria ai partecipanti della maratona con 240 volontari impegnati, 16 ambulanze, 2 posti di soccorso, 4 squadre in bicicletta, 30 squadre a piedi e una moto medica. Oltre all’uomo colpito da infarto, sono stati effettuati altri 66 soccorsi, ma, per fortuna, nessuno grave.

  •   
  •  
  •  
  •