Golden Gala 2016 a Roma di scena l’Atletica Mondiale

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Golden Gala 2016 Pietro Mennea Stadio Olimpico (foto di Ferdinando Mezzelani)

Golden Gala 2016 “Pietro Mennea”, lo Stadio Olimpico (foto di Ferdinando Mezzelani)

Golden Gala 2016 “Pietro Mennea”, l’Atletica mondiale il 2 Giugno sbarca all’Olimpico, dove andrà in scena l’ormai consueto appuntamento quinta tappa della Iaaf Diamond League 2016

Golden Gala 2016, trentasei anni di storia e non li dimostra, quest’anno più che mai all’insegna del tricolore. Con l’iridato indoor del salto in alto, Gianmarco Tamberi, alla sua prima in Italia dopo la conquista del titolo a Portland: “E’ l’atleta simbolo del nostro movimento, mi auguro che ci sia una curva intera a spingerlo“, l’invito esteso dal presidente della Fidal, Alfio Giomi, alla presentazione dell’evento. In pedana, il recordman nazionale (2,38 indoor e 2,37 all’aperto) è pronto ad infiammare i tifosi nella sfida all’ucraino Bohdan Bondarenko, primatista europeo con 2,42 che in bacheca può vantare un oro (2013) e un argento (2015) mondiali, oltre al titolo di campione in carica del Vecchio Continente. A duellare con l’asticella ci sarà anche l’altro big azzurro, Marco Fassinotti.

Golden Gala 2016, le parole di Alfio Giomi

L’evento è possibile grazie alla sinergia con Coni e Coni Servizi che ci permettono di restare in questo circuito internazionale prestigioso, un fiore all’occhiello su cui investiamo risorse Il mondiale di marcia che si è appena concluso è stato un grande successo organizzativo ed ora è la volta del Golden Gala 2016. Per noi questo è la punta di diamante di un contenitore molto più grande e all’interno di 5 giorni di attività vedremo i campionati italiani studenteschi che per noi sono sempre un evento importante. L’atletica è fortemente legata al mondo della scuola e farli in contemporanea al Golden Gala 2016 sarà un momento di grande promozione“. Riguardo alle prospettive olimpiche il presidente della Fidal chiarisce che “il lavoro sta andando nella direzione giusta, pensiamo di portare alle olimpiadi una squadra competitiva senza trascurare i campionati europei di Amsterdam dal 6 al 10 luglio che per noi saranno l’ultimo momento di verifica“. Per quanto riguarda Tamberi Giomi rassicura: “E’ un grandissimo professionista, si sta preparando con attenzione meticolosità che non può che farci pensare che per Rio sarà pronto. Ma mi aspetto che tutti vadano in campo e diano il massimo“.

Golden Gala 2016, i protagonisti

Contando anche i 21 degli Europei di Zurigo 2014 e i 19 dei Mondiali Indoor di Portland 2016, il meeting della Capitale si prepara ad accogliere 84 medagliati individuali delle ultime quattro grandi rassegne internazionali. Tra questi brillano gli ori di 5 campioni olimpici (il lunghista britannico Greg Rutherford, il discobolo tedesco Robert Harting, il siepista keniano Eziekel Kemboi, la giavellottista ceca Barbora Spotakova e la pesista neozelandese Valerie Adams), 11 campioni del mondo, 7 iridati indoor e 7 campioni d`Europa. Un numero straordinario che, tuttavia, sembra destinato a crescere con il completamento della lista dei partecipanti su cui sta lavorando il meeting director Luigi D`Onofrio. Sui 100 il Vice Campione del Mondo Justin Gatlin è atteso da due primatisti continentali: il qatariano Femi Ogunode, recordman asiatico con un 9.91 eguagliato appena un mese fa in Florida, e il francese Jimmy Vicaut che dal 2015 detiene il limite europeo di 9.86 in comproprietà con il portoghese Obikwelu. Sui 200 in pista Christophe Lemaitre. Sui 400 il sudafricano Wayde van Niekerk, unico velocista che sia riuscito a correre i 100 metri sotto i 10 secondi (9.98), i 200 sotto i 20 (19.94) e i 400 sotto la soglia dei 44 secondi, dovrà vedersela con l’argento olimpico Luguelin Santos e Isaac Makwala. Sui 3000 siepi c’è tutto il podio mondiale di Pechino. Tre keniani: l’olimpionico Eziekel Kemboi, l’argento Conseslus Kipruto e il bronzo Brimin Kipruto. Al femminile nel triplo la colombiana Caterine Ibarguen, due volte campionessa mondiale. Nell’asta l`iridata cubana Yarisley Silva.

  •   
  •  
  •  
  •