Golden Gala: Tamberi è sul podio

Pubblicato il autore: Collu Luca Segui

Golden Gala: l’italiano arriva terzo saltando 2.30 al secondo tentativo

Golden Gala Tamberi terzoGolden Gala: Tamberi arriva terzo nel salto in alto maschile, riuscendo a saltare al secondo tentativo a 2.30, come il britannico Robbie Grabarz.
Un risultato che ha portato l’italiano sul podio, facendo esplodere i suoi tifosi.
L’idolo degli italiani, dopo la straordinaria prestazione fornita, è andato di corsa verso la curva, ricevendo il sostegno di tutto il pubblico presente.
Il campione mondiale, che si è dovuto arrendere a 2.33, è stato acclamato come se fosse il vincitore, grazie alla grinta e l’affetto che ha mostrato ai suoi sostenitori, con cui ha scattato numerosi selfie e firmato numerosi autografi.
La gara di salto in alto del Golden Gala ‘Pietro Mennea’ è andata all’ucraino Bohdan Bondarenko, che è riuscito a saltare all’altezza di 2.33, portandosi a casa un primo posto meritato.
Al termine della gara, Tamberi ha dichiarato: “Ad un pubblico come quello di stasera avrei voluto regalare la grande misura, ma mancano ancora due mesi alle Olimpiadi e c’è ancora un po’ di ruggine da smaltire fra gli ingranaggi.
Poi l’italiano ha continuato: “Non so se il pubblico mi ama, di certo io amo questo pubblico. Riesce a darmi una carica enorme, che non so descrivere.
Me ne vado con questa sensazione addosso e con la consapevolezza di stare lavorando nel modo giusto: tra pochi giorni a Birmingham proverò a migliorarmi, ma è a luglio che avrò le vere risposte.
È più che normale, quella di Rio è un’occasione troppo grande e tutto il resto passa in secondo piano, ai Giochi voglio farmi trovare al top. 2,30 va bene, è la misura che mi aspettavo con questo stato di forma”.
Nella gara dei 5000 metri si è sfiorato il nuovo record mondiale.
L’etiope Ayana, che ha percorso gran parte della pista completamente in solitaria, ha concluso in 14:12,59, distante solo 1:44 dal record detenuto dalla sua connazionale Tirunesh Dibaba.
Nonostante non sia riuscita a battere il tempo migliore nella storia del Golden Gala, l’impresa compiuta da Ayana è davvero da applausi.
Verso la fine del percorso, ha provato ad accelerare il suo ritmo ulteriormente, dando il massimo per entrare nella storia del Golden Gala, ma purtroppo per lei senza successo.
Il pubblico presente le ha riservato un’ovazione per il tentativo fallito di un nulla.
Nei 100 metri si è imposto, per la quarta volta consecutiva, Justin Gatlin.
Il corridore ha chiuso in 9.93, ad un millesimo di distacco dal secondo classificato Webb, vincitore poche ore prima dei 200 metri in 20:04.
A chiudere il podio troviamo Jimmy Vicaut in 9.99.
Nelle staffette 4×100 il quartetto maschile dell’Italia composto da Ferraro, Manenti , Desalu, e Cattaneo ha chiuso in seconda posizione in 38.81, stabilendo la miglior prestazione italiana stagionale.
A trionfare, in questa competizione del Golden Gala, sono stati gli olandesi.
In terza posizione, invece, troviamo la Francia.
Nei 100 metri donne Elaine Thompson ha tagliato il traguardo traguardo in 10.87, stabilendo il quarto miglior tempo dell’anno.
In seconda posizione troviamo la statunitense Gardner, a 5 millesimi dalla prima posizione, che è stata sorpassata solo al fotofinish dalla velocissima e prestante Giamaicana.
Nel terzo posto del podio, invece, troviamo la statunitense Pierre.

  •   
  •  
  •  
  •