Verso il Golden Gala di domani a Roma parlano Justin Gatlin, Rutherford e Van Niekerk

Pubblicato il autore: Maurizio Ribechini Segui

gatlin, trials, america,200Domani 2 giugno allo stadio Olimpico di Roma si terrà il Golden Gala “Pietro Mennea” di atletica leggera, quinta tappa della IAAF Diamond League 2016, oltre che importante momento per testare le condizioni di molti atleti a poco più di due mesi dalle Olimpiadi di Rio De Janeiro. Stamani allo “Sharaton Hotel” si è tenuta una conferenza stampa alla quale hanno partecipato diversi degli importanti protagonisti della serata di domani.

Fra loro spicca la presenza dello statunitense Justin Gatlin, già medaglia d’oro olimpica  ad Atene nei 100, 200 e nelle 4×100 metri, che nella kermesse romana di domani correrà sui 100 metri piani, ecco le sue parole: “La mia stagione 2016 è cominciata come era stato pianificato, con un training soft, cercando però di ampliarlo fino a migliorare i miei tempi. Mi sto riprendendo bene dall’infortunio che ho avuto alla caviglia, però quando mi trovo fra i 50 e 60 metri ed è il momento di spingere verso il terreno per acquistare velocità ancora sento che la caviglia è un po’ rigida, però sto lavorando molto sulla cosa e penso che dalle prossime settimane sarò al top. La tappa fondamentale della stagione sarà Rio, mentre per quanto riguarda i 200 metri la mia prossima gara sarà ai Trials americani. Io percepito come un personaggio negativo sui media europei? Beh, credo che i media spesso cerchino di essere creativi, ma io sono un atleta come gli altri che corre e si allena; però è doloroso vedere quello che scrivono di me dato che potrebbe danneggiare la mia famiglia; in realtà sono uno che si presta molto verso gli altri facendo foto e autografi a chiunque me li chiede, inoltre mi presto molto per la collettivi. Mi dispiace essere percepito come negativo. Il ricordo più bello del Golden Gala che ho è il grande seguito di pubblico e la presenza dei bambini, il mio momento più bello all’Olimpico è stato quando ho battuto Usain Bolt nel 2013, un momento che mi è servito molto per migliorare e rilanciarmi, oltre che darmi consapevolezza e continuità”.

rutherfordAltro atleta molto importante presente al Golden Gala di domani sarà il campione olimpico e mondiale di salto in lungo, il britannico Greg Rutherford, ecco le sue parole: “E’ stato un buon inizio di stagione per me, mi sto preparando bene verso le Olimpiadi dove avrò dei concorrenti molto temibili. Sono fortunato perché ho un team molto preparato e il mio allenatore è eccezionale; stiamo facendo un gran lavoro per avere la migliore performance possibile e un allenamento mirato per arrivare al top alla gara che più conta. Nei mesi di aprile e maggio in effetti nessuno è andato meglio di me, attualmente sto bene. Ormai faccio questo tipo di gara da dieci anni e so come prepararmi in previsione degli eventi più importanti. Cerco di non preoccuparmi troppo e di rimanere sempre calmo”

van niekerkInfine è intervenuto anche il sudafricano Wayde Van Niekerk, campione mondiale in carica nei 400 metri, ecco le sue parole: “Finora quest’anno mi sto allenando bene. Questa gara romana è un’ottima opportunità per migliorare le mie performance verso le Olimpiadi. Io allenarmi con Bolt? Abbiamo un rapporto buono che si è costruito in anni di gare e se ci sarà questa possibilità per me sarà un’occasione per migliorarmi e imparare molto. Io amo moltissimo anche i 100 e i 200 metri anche se in questo momento della mia carriera mi sto concentrando sui 400 metri; mi sto allenando per questo da quattro anni. In passato ho avuto guai fisici correndo le distanze inferiori e quindi adesso voglio privilegiare i 400”.

  •   
  •  
  •  
  •