Beffa Tamberi, record italiano ed infortunio: Rio a rischio

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

Nel meeting di Montecarlo, si materializza la beffa per Gianmarco Tamberi, record italiano con 2,39 ma con la coda malevola di un infortunio che sembra mettere a rischio la sua partecipazione alle Olimpiadi di Rio.

Tamberi, record con epilogo dell'infortunio

Tamberi, record con epilogo dell’infortunio

Chi si aspettava un po’ di appagamento o di deconcentrazione nel campione mondiale indoor e neo campione europeo all’aperto di salto in alto è rimasto deluso.
A Montecarlo, il protagonista è Gianmarco Tamberi, record italiano all’aperto con 2,39 e una gara con un serie altalenante di salti ma che gli permette di vincere la gara.

Record italiano

Tamberi è il solito istrione, con mezza barba e tanto entusiasmo. L’azzurro campione del mondo indoor a Portland e campione d’Europa a Amsterdam aveva migliorato di un centimetro il record italiano assoluto detenuto con 2,38 (Hustopece, 13 febbraio 2016) e di due centimetri la miglior prestazione italiana outdoor e precedente limite nazionale (2,37 a Eberstadt, 2 agosto 2015).
Con 2,39, alla soglia del muro dei 2 metri e 40, Tamberi ha scalato le graduatorie all-time di specialità: ora si colloca, nelle liste outdoor, al tredicesimo posto in quelle mondiali outdoor, e al diciassettesimo nelle liste combinate indoor-outdoor, e al nono in quelle europee.

Drammatico epilogo

A gara ormai vinta, Tamberi non si tira indietro e prova a superare i 2,41.
Due errori e poi il drammatico terzo tentativo che si conclude con l’urlo e lo scuotimento della testa.
“no, no” e il campione italiano strilla, cerca una qualche rassicurazione, mette le mani al volto e si tiene il piede sinistro.
È stato portato fuori in barella, all’ospedale, per i controlli del caso ma la prima impressione farebbe pensare a qualcosa di grave alla vigilia dell’evento Olimpico di Rio.

Atletica Italiana in fibrillazione

Sarebbe una beffa mancare le Olimpiadi per un ragazzo come lui che ha saputo diventare campione in una stagione ricca di appuntamenti e nella quale Tamberi  non ha mancato nessun appuntamento importante. Campione mondiale e italiano indoor, da pochi giorni campione europeo all’aperto. Era, e fino a prova contraria ancora è, la freccia più accreditata a una medaglia nella magra faretra della federazione italiana di atletica. Il movimento, grazie al carattere coinvolgente e alle grandi prestazioni di Gianmarco, ha avuto una visibilità mediatica come da tempo non aveva.
Il tag #halfshave è uno dei più utilizzati e la sua mezza barba sta diventando una moda, non solo tra i giovanissimi.
Sarebbe un dramma soprattutto per lui, una ferita in una stagione perfetta, condita di successi e record italiano. Sarebbe un peccato per tutta l’Italia che nella sua immagine di ragazzo pulito e di atleta vincente si stava identificando.
Ovviamente la speranza è che, se infortunio ci sia, tutto si possa risolvere prima di Rio 2016.

primi aggiornamenti

Il padre di Tamberi ha riferito che sono escluse fratture di un certo rilievo, ma domani l’azzurro verrà trasferito a Pavia.
Il profilo Fidal di Twitter e gli amici dell’atletica italiana hanno subito lanciato la campagna #forzagimbo sul social per incoraggiare il campione marchigiano, immaginiamo molto teso e preoccupato in questo momento.

#forzagimbo

#forzagimbo

Risultato gara salto in alto

  •   
  •  
  •  
  •