Caso Schwazer: rinviata ancora l’udienza del TAS!

Pubblicato il autore: Luigi Mellone Segui

Caso Schwazer, si affievolisce sempre di più la speranza

Caso Schwazer , ancora un rinvio

Caso Schwazer , ancora un rinvio

 

Non c’è tregua per l’azzurro. Dopo i primi rinvii che avevano indicato il 4 agosto come data ultima per la decisione del TAS di Losanna, slitta ancora una volta. Alex Schwazer saprà solo l‘8 agosto se potrà partecipare o no alle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro.
Proprio l’8 agosto. Dunque ad Olimpiadi iniziate e a soli 4 giorni dalla prima gara a cui dovrebbe prendere parte l’azzuro, la 20 km di marcia e a 11 giorni dalla sua gara preferita: la 50 km di marcia. Il marciatore altoatesino, sospeso dalla Iaaf a seguito di una positivà ad una sostanza dopante in un test di gennaio, potrà difendersi per la prima volta al tribunale arbitrale dello sport, proprio a Rio de Janeiro. Alex Schwazer sarà accompagnato in tribunale dall’allenatore Sandro Donati, da sempre pioniere delle lotta al doping, e dai suoi legali Gerhard Brandstaetter e Thomas Tiefenbrunner.
La situazione è comunque surreale. A pochi giorni da una gara così importante è impensabile che il favorito, il più forte attualmente a livello mondiale, non sappia se potrà partecipare o no.
Il marciatore azzurro partirà alla volta di Rio de Janeiro il 3 agosto, carico di speranza. Ma la sua partecipazione ai giochi ad oggi è da considerare sub judice.

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •