Europei atletica 2016, si parte! Tamberi la punta di diamante azzurra

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui
Gianmarco Tamberi

Europei atletica 2016, Gianmarco Tamberi

Amsterdam ospita gli Europei atletica 2016 da oggi, mercoledì 6 luglio, a domenica prossima 10 luglio. Un appuntamento importantissimo, ancor più se pensiamo al fatto che arriva a un mese esatto dalle Olimpiadi di Rio. Alla XXIII edizione della manifestazione continentale l’Italia si presenta con una ricca delegazione. Il direttore tecnico Massimo Magnani ha convocato 75 atleti, 40 uomini e 35 donne. Non sono poche le speranze azzurre di medaglia, alcune da confermare, altre da raggiungere per la prima volta. La nuova regola dell’Associazione Europea prevede che per le gare dai 100 al 400 metri (piani e con gli ostacoli) sono direttamente qualificati alle semifinali gli atleti che si sono classificati nei primi dodici posti stagionali, per questo l’Italia è già certa della partecipazione alle semifinali di alcuni suoi atleti, ossia: Matteo Galvan, che nei 400 m ha ottenuto la seconda prestazione europea a Rieti negli Assoluti, Libania Grenot, campionessa in carica nei 400 metri e quinta stagionale, Gloria Hooper, che nei 200 m è ottava tra le iscritte, Eseosa Desal, quinto iscritto nei 200 m, Jose Bencosme, che rientra per un pelo grazie al dodicesimo tempo stagionale nei 400 m ostacoli, Ayomide Folorunso, che è settima nei 400 m ostacoli, e Marzia Caravelli, che è undicesima nei 400 m ostacoli.

Veronica Inglese sarà la prima azzurra protagonista di una finale: quella dei 10mila metri che si disputa oggi pomeriggio con inizio alle ore 18:55. Ieri pomeriggio, martedì 5 luglio, c’è stata la cerimonia di apertura in Museumplein (potete vedere le foto nella gallery in apertura di questo post) e per l’Italia il portabandiera è stato Gianmarco Tamberi, campioni del mondo in carica indoor nel salto in alto e uno degli azzurri più attesi (se non il più atteso). Lo stesso Tamberi, insieme con Libania Grenot e Alessia Trost, ieri è stato protagonista dell’incontro con la stampa a Casa Atletica Italiana, che è stata inaugurata all’her Sieraad, in Postjesweg 1. Alla conferenza erano presenti anche il presidente della Federatletica italiana Alfio Giomi e il direttore tecnico Massimo Magnani, che ha detto: “Metà dei ragazzi ha meno di 25 anni, ma punta già a ben figurare in quello che sarà, senza dubbio, un campionato eurpeo d’alto livello. Lo dicono il record di iscritti e i numeri delle nazionali: in campo ci saranno 114 tedeschi e 103 britannici, mentre la Spagna è qui con 89 atleti, l’Ucraina con 85 e la Francia con 73”.Il capitano Tamberi ha raccontato quali sono le sue emozioni in vista di questo importante appuntamento in cui punta dritto a una medaglia nel salto in alto: “Essere capitano è un onore immenso, ho i brividi e la pelle d’oca. Non sono certo l’atleta con più presenze, ma darò tutto quello che ho per essere all’altezza. Sono psicologicamente carico e sento la forma crescere. Già a Rieti ho avuto buone risposte, ma qui so di poter fare ancora meglio, il mio obiettivo è portare a casa misure importanti. L’unico dispiacere è che non troverò Bondarenko, perché avrebbe aggiunto altro agonismo a una gara già spettacolare”

  •   
  •  
  •  
  •