Prima giornata Campionati Masters di atletica ad Arezzo

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Sono diverse decine i titoli assegnati nella prima delle 3 giornate dei Campionati Italiani Masters ad Arezzo.
L’attività masters vede gareggiare atleti e atlete che hanno oltre 35 anni. E oggi ad Arezzo c’era anche un signore di oltre 100 anni. Si tratta di Giuseppe Ottaviani (Atl. Effebi Fossombrone) che ha vinto le gare di salto in lungo con 1,15 e di salto triplo con 3,52.
Fra i protagonisti delle gare della prima giornata i coniugi Indra/Niedermayr (Suedtirol Team Club). Hubert Indra ha vinto i 100 hs sm55 con 15.72. La moglie Erika Niedermayr ha vinto gli 80 hs sf55 con 13.69 e dei 300 hs sf45 con 54.37. Tre gare, tre titoli e 3 migliori prestazioni nazionali per la coppia alto atesina.
Fra le altre gare in evidenza il campione mondiale Gianni Becatti (Olimpia Amatori Rimini) vincitore del lungo sm50 con 6,36 (+3,0). Per il toscano anche un salto a 6,32, con vento nella norma (+2,0).
Una delle gare più interessanti è stata il peso sf55: l’alto atesina Waltraud Mattedi (Suedtirol Team Club), ex nazionale assoluta negli anni ’80 e la bolognese Anna Magagni (Acquadela Bologna) hanno dato luogo a una gara combattuta e di alto livello,. La Magagni aveva preso il comando della gara nei primi 2 lanci, misurati a 10,06 e 10,18. La Mattedi, favorita della gara, replicava con 9,60 e 9,90. Ma al terzo turno di lanci l’alto atesina si portava in testa con 10,35, con la Magagni a 10,26. Nel quarto lancio le 2 atlete si scatenavano: Mattedi lanciava a 10,65, Magagni a 10,53, primato regionale della Emilia Romagna. La gara non era ancora conclusa e al successivo e penultimo lancio la Mattedi “allungava” ancora la misura con 10,80. Nella classifica finale quindi 1° posto per Waltraud Mattedi con 10,80, 2° posto per Anna Magagni con 10,53.
Di buon livello tecnico le gare dei 5000 metri uomini che hanno concluso le gare della prima giornata. Il romano Bruno Gravina (Colleferro Atletica) ha vinto la categoria sm35 con 15.27.43. Nella categoria sm40 ha prevalso Cristian Martinelli (Atletica Avis Perugia) con 15.24.02, migliore risultato cronometrico fra tutte le categorie. Nelle categorie più anziane da segnalare i titoli vinti da 2 atleti della Emilia Romagna: Pasquale De Vita (Atl. 85 Faenza) ha vinto negli sm75 con 24.20.42 e Giovanni Sirotti (Atl. Mameli Ravenna) negli sm80 con 28.27.03.
Nei 5000 metri femminili spicca la vittoria di Elena Giovanni Fustella (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), vincitrice nella categoria sf55 con il tempo di 19.56.14 e avviata a fare un tris di vittorie con i 1500 metri in programma sabato e gli 800 metri che ci saranno domenica.
Il miglior tempo nei 5000 metri femminili è stato ottenuto nella categoria sf40 dalla toscana Hodan Mohamed Mohamud (G.S. Il Fiorino) con 18.28.07.
Da segnalare anche la presenza di un atleta dal passato “internazionale”. La ormai bolognese Klodeta Gjini (Acquadela Bologna) ha preso parte alla gara di peso sf50, piazzandosi al 4° posto. Questa atleta, classe 1964, ha partecipato alla prima edizione dei Campionati Mondiali di atletica che si svolsero a Helsinki nel 1981, in rappresentanza dell’Albania, da dove proviene, nella gara di salto in alto. In questa specialità vanta un primato personale di 1,92 ottenuto nel 1989, che è ancora oggi il primato nazionale albanese.
GjiniKlodeta
Le gare proseguiranno sabato 9 e domenica 10 luglio e sono attesi altri risultati di rilievo.
Il programma orario.

Giorgio Rizzoli

  •   
  •  
  •  
  •