Le classifiche 2016 del Grand Prix Acquadela

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

FranceschiP

Anno 2016: per le classifiche sociali della Acquadela Bologna quest’anno è stato previsto un nuovo regolamento, in parte meno elaborato rispetto agli anni precedenti.
A conclusione della prima parte della stagione ecco le classifiche parziali del settore masters suddivise per i vari gruppi di gare.
CdS Cross Regionali: punti disponibili 150. Si sommano i punteggi ottenuti in classifica e si assegnano ai primi 7 punteggi 40/30/25/20/15/10/10.
La stagione dei Cross si è disputata sulle gare di gennaio e febbraio a Formigine, Forlì e Correggio. Marco Moracas è stato il grande protagonista di queste gare, aggiudicandosi la vittoria nella categoria sm55 nelle prime 2 e piazzandosi al xx° posto nella terza. Bene anche le donne che hanno trovato quest’anno una concorrenza fortissima a livello regionale, ma che si sono riuscite a piazzare al 3° posto nella classifica finale del C.d.S. regionale.
In base ai punteggi ottenuti nelle 3 prove si è delineata una classifica di questo tipo: 1) Moracas; 2) Mazzone; 3) Di Falco); 4) Soffritti; 5) Malverdi; 6) Mariotti; 7) Campanella. A questi atleti vanno quindi in punteggi nell’ordine di 40/30/25/20/15/10/10.

Trofeo Master: punti disponibili 200. Si sommano i punteggi ottenuti nel massimo di 6 gare e si assegnano ai primi 10 punteggi 50/40/30/20/10/10/10/10/10/10.
L’Acquadela considera il Trofeo Master una delle manifestazioni più importanti della stagione, in quanto, con la struttura di “massa”, caratteristica della società bolognese, sarebbe stato possibile puntare all’obiettivo massimo di vittoria, sia negli uomini che nelle donne, come del resto l’Acquadela aveva fatto nel 2015. Il Trofeo Master è strutturato in 2 fasi, la prima si è svolta a Piacenza in aprile, la seconda abbinata ai Campionati Regionali Individuali, si svolgerà a settembre a Modena. Nonostante la prima fase del Trofeo Master si sia svolta nella non vicina Piacenza l’Acquadela è riuscita portare in quella sede tantissimi atleti e atlete e la classifica “di tappa” ha premiato in modo netto questo impegno: nella classifica femminile l’Acquadela è nettamente al 1° posto nelle donne (forse in modo inavvicinabile per gli altri competitors), come è pure al 1° posto negli uomini (in questo caso, anche se il vantaggio è abbastanza rassicurante, l’esito finale non è affatto scontato).
Ma veniamo alla formulazione della classifica: sono ammesse 6 gare per ogni atleta (3 per ogni fase) e quindi la classifica sociale premia anche questa disponibilità, oltre al risultato tecnico.
La situazione, che potrà essere modificata con la seconda prova di settembre a Modena, vede ora questa classifica: Magagni 2242 (punti 50); Passerini 2099 (40); Pagliuca 1953 (30); Di Falco 1866 (20); Pignatiello I. 1453 (10); Schiavoni 1450 (10); Soffritti 1424 (10); Deodari 1401 (10); Pocaterra 1382 (10); Campanella 1332 (10).

C.d.S. Master: punti disponibili 200. Per la fase regionale si assegnano punteggi ai primi 10 in classifica, anche più punteggi, con classifica 50/40/30/20/10/10/10/10/10/10. Per l’eventuale finale nazionale si assegnano punteggi 30/20/15 e 10 a tutti i presenti (max 1 punteggio). Il totale fra regionale e finale nazionale va proporzionato a 200.

Nella sfortunata prova disputata a Modena (il riferimento è per la formazione femminile che per una serie di eventi non pronosticabili non è riuscita a qualificarsi per la finale nazionale, come invece indicavano pronostici e simulazioni), sono stati ottenuti comunque risultati individuali molto significativi.
Questi i primi 10 punteggi: Franceschi 920 (punti 50); Magagni 909 (40); Pachioli 878 (30); Passerini 858 (20); Moracas 849 (10); Pachioli 838 (10); Vecchi 810 (10); Schiavoni 764 (10); Pagliuca 759 (10); Vecchi 737 (10).

Campionati Italiani (tutte le specialità): punti disponibili 150. Si assegnano 40 punti per il 1° posto, 20 per il 2°, 10 per il 3°. Il totale ottenuto va proporzionato a 150.
I Campionati Italiani ad Arezzo hanno visto gli atleti della Acquadela portare a Bologna 5 titoli nazionali e altri 14 piazzamenti da podio, ma già prima c’erano stati Ancona con indoor e lanci invernali e il Campionato di Pentathlon Lanci, per un totale di 11 medaglie d’oro, 14 medaglie d’argento, 7 medaglie di bronzo.
Il conteggio attuale vede quindi Schiavoni con 200 punti (4 oro e 2 argenti), seguito da Magagni 140 (1-4-2), Passerini 80, Vecchi 80, Pocaterra 70, Franceschi 60, Pachioli 60, Armaroli 40, Fenorasi 40, Pagliuca 20, Pignatiello I. 20, Carpinteri 10, Deodari 10. I punteggi per le staffette sono calcolati al 50%. Riconvertiti a 150 punti complessivi (che potranno modificarsi con eventuali altri titoli e podi nella seconda parte della stagione), abbiamo Schiavoni 36, Magagni 25, Passerini 14, Vecchi 14, Pocaterra 13, Pachioli 11, Franceschi 11, Armaroli 7, Fenorasi 7, Pagliuca 4, Pignatiello I. 4, Deodari 2, Carpinteri 2.

Punteggi tabella: punti disponibili 200. Per il primo punteggio si ottengono punti con la seguente formula:

= 0,2 x (punti tabella punteggio – 500)

Esempio di punti tabella punteggio:

540 punti tabella = 8 (20% di 540-500); 630 punti tabella = 26 (20% di 630-500); 734 punti tabella = 47 (20% di 734-500); 850 punti tabella = 70  (20% di 850-500).

per iI 2° punteggio la formula è

= 0,1 x (punti tabella punteggio – 500)

Si considerano i primi 10 punteggi (fra 1° e 2°) che si sommano e si proporzionano in base a 200.

La classifica attuale vede Magagni 147 (10,53 peso 1004 = 101 e 11,21 martello m.c. 963 = 46); Schiavoni 130 (13,77 martello m.c. 995 = 99 e 35,72 martello 810 = 31); Vecchi G.C. 121 (1.17.11 400 988 = 98 e 36.13 200 737 = 24); Pocaterra 120 (13,55 martello m.c. 983 = 97 e 31,71 martello 729 = 23); Pachioli 118 (400 1.11.49 922 = 84 e 200 32.29 838 = 34); Passerini 105 (1500 5.31.41 858 = 72 e 3000 12.02.31 831 = 33); Franceschi 103 (giavellotto 46,49 967 = 93 e triplo 8,81 597 = 10); Moracas 93 (1500 4.47.95 849 = 70 e 5000 18.21.49 730 = 23); Pagliuca 77 (3000 14.16.62 773 = 55 e 1500 6.47.95 718 = 22); Di Falco 66 (13.33.53 3000 740 = 48 e 6.27.42 1500 682 = 18).
Riconteggiati diventano Magagni 27; Schiavoni 24; Vecchi 22; Pocaterra 22; Pachioli 22; Passerini 19; Franceschi 19; Moracas 17; Pagliuca 14; Di Falco 13.

Bologna Cross: punti disponibili 100, assegnati solo per i componenti della formazione (maschile e/o femminile) che si classifica nelle prime 3. Si sommano i punti complessivi assegnati secondo il regolamento del Bologna Cross e si assegnano punti ai primi 5, con punteggi 30/25/20/15/10. Se entrambe le formazioni entrano nelle prime 3, il punteggio si dimezza.
Al momento non vengono conteggiati in attesa della classifica finale che assegnerà i punti solo in base a una classifica di società entro i primi 3.

Punti complessivi al 24 luglio: Magagni 117; Passerini 93; Franceschi 80; Schiavoni 80; Pachioli 73; Moracas 67; Di Falco 58; Pagliuca 58; Vecchi 56; Pocaterra 45; Mazzone 30; Soffritti 30; Campanella 20; Malverdi 15; Pignatiello I. 14; Deodari 12; Mariotti 10; Armaroli 7; Fenorasi 7; Carpinteri 2.

Su base 500 primi 12: (787): Magagni 74; Passerini 59; Franceschi 51; Schiavoni 51; Pachioli 46; Moracas 42; Di Falco 37; Pagliuca 37; Vecchi 36; Pocaterra 29; Mazzone 19; Soffritti 19.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •