Tamberi inarrestabile, salto “d’oro” agli Europei di atletica!

Pubblicato il autore: Omar Bonelli Segui


Ancora una volta Gianmarco Tamberi vince in scioltezza, stavolta la vetrina era importante infatti, l’atleta marchigiano si è imposto agli Europei di atletica, che si stanno disputando in Olanda ad Amsterdam, medaglia d’oro conquistata da Tamberi, dominando la gara con il salto di 2.32metri , il miglior biglietto da visita possibile per presentarsi alle Olimpiadi di Rio, che inizieranno tra un mese circa.
Ormai è diventato inarrestabile Tamberi, il 24 enne di Civitanova Marche comune della provincia di Macerata, si sta confermando il più forte sicuramente a livello europeo, come lo conferma la gara di oggi, ma anche a livello mondiale, l’atleta italiano può dire tranquillamente la sua.

Venendo alla gara di oggi, sono bastati quattro salti, tutti superati al primo tentativo per far salire Gianmarco Tamberi e l’Italia sul gradino più alto del podio. Quattro salti perfetti, tre di questi indossando gli enormi pantaloni da basket.
La gara inizia con l’asticella a 2.19, poi a salire le misure di 2.24, 2.29, 2.32, l’ultimo salto è quello d’oro che lo laurea campione d’Europa. Il tutto in poco più di un’ora di gara, con una semplicità spaventosa. La calma e la sicurezza dimostrata in pedana hanno letteralmente annichilito gli avversari. Tra un salto e l’altro, Tamberi ha pure trovato il tempo per galvanizzare gli altri concorrenti.
Rimasto solo in gara chiede i 2.40, incita il pubblico, vuole la ritmica degli applausi, gli spalti alle sue spalle lo assecondano, ma i tre tentativi sono nulli (migliore il secondo). Ma la sensazione è che Tamberi possa fare molto di più, infatti sia la giovane età, sia l’enorme facilità con cui salta 2.32, fanno pensare che possa saltare ampiamente misure superiori. Per la cronaca i suoi rivali, invece, si fermano qualche centimetro più sotto, a 2.29; il britannico Robbie Grabarz conquista l’argento, il connazionale Chris Baker e il tedesco Eike Onnen, si portano a casa un bronzo ex aequo

Un 2016 fantastico per Half-shave (mezza-barba), che ha già messo in bacheca, il mondiale indoor ad Portland 2016 e l’europeo a Amsterdam 2016 quest’oggi; ora l’obiettivo più ambizioso se lo giocherà ad Agosto, ci vorrà una grande impresa ma la sensazione è che Tamberi la possa realizzare, per il movimento italiano dell’atletica leggera, sarebbe un bel segnale, dopo anni di delusioni e pochissimi risultati.
Tamberi intervistato a fine gara: “Stavo molto bene fisicamente, sapevo che bastava 2.32. Avrei voluto saltare i 2.40 ma purtroppo un po’di tensione è calata. Ci ho provato con determinazione, mi dispiace perchè sono occasioni che non vanno sprecate”.
Sempre Tamberi parla anche dei Giochi di Rio: “Rio è un sogno che si avvicina, non vedo l’ora. Questa medaglia mi dà una carica unica verso le Olimpiadi. E’ un Europeo che è andato più che bene, è sempre bello vincere una medaglia d’oro e adesso, con i Giochi alle porte, ho una sensazione unica”.
Con la vittoria di Tamberi la Nazionale azzurra di atletica leggera, torna a casa con due medaglie d’oro, due d’argento e due di bronzo, per un lusinghiero ottavo posto nel medagliere definitivo, sicuramente un risultato soddisfacente, che fa ben sperare per le Olimpiadi.

  •   
  •  
  •  
  •