Atletica Rio 2016: Usain Bolt, Mo Farah e un’Italia senza medaglie

Pubblicato il autore: anty91 Segui

041837524-b232d969-c9b3-4313-b9ec-db5dcfc7b278Ieri notte si è conclusa il programma olimpico di atletica leggera che con le vittorie di Usain Bolt nei 100m ,200m, 4x100m ha toccata uno dei punti più alti .Il caraibico è riuscito in un impresa incredibile vincere tre medaglie d oro in tutte tre l ultime olimpiadi , questa olimpiade per lui è l ultima di una carriera che lo incorona come leggenda dello sport in generale e non solo della atletica  . A livello tecnico il risultato a sensazione l ha compiuto il Sud Africano Wayde van Niekerk il quale ha battuto il record di M.jhonson nei 400m arrivando davanti  in finale  a Kirani James e LaShwan Merritt. Un altro record del mondo è stato fatto dalla polacca Anita Wlodarczyk la quale ha battuto il sui precedente record . Ora parliamo di Mo Farah che ieri nella notte italiana ha vinto la medaglia d oro nei 5.000m dopo averla vinta già nei 10.000m ,per lui è la seconda doppietta olimpica dopo quella ottenuta in casa alle olimpiadi di Londra . Il britannico di origine somala non ha rivali nel fondo su pista con gli etiopi che devo accontentarsi solamente di un bronzo con Grebrhiwet al secondo posto l americano Paul Chelimo , ma il colpaccio di serata è riuscito ad un altro americano il suo nome è Centrowitz che ha vinto i 1500m con tempo molto alto 3:50,00 minuti, in una gara dove il favorittisimo keniano Kiprop ha sbagliato di tutto, a completare il podio Makhloufi e Willis. Ora parliamo di un personaggio controverso la ottocentista Caster Semenya ( la Semenya nel corso della carriera ha ricevuto accuse dalle college molto forti sulla sua mascolinità) che ha dominato la corso quasi in maniera irridente senza voler mostrare il suo reale potenziale  . Un altra gara svoltasi ieri ha visto impegnate due italiane la Desiree Rossit e Alessia Trost che ha concluso la gara quinta in una prova  vinta dalla spagnola Ruth Betia , ha fatto molto discutere la progressione delle misure  da saltare facendo in modo che nessuna atleta sia riuscita a saltare più di 1,97m. Ottima prestazione anche quella della staffetta 4×400 femminile  che ha chiuso sesta.  Per la spedizione italiana di atletica leggere è stata una olimpiade senza medaglie e avara di soddisfazioni , purtroppo ormai da tempo  l Italia non riesce più ad incidere nel mondo molto competitivo della atletica mondiale. Si spera in un futuro più roseo , comunque qualche domanda bisogna farsela soppratutto nella diffusione di questa disciplina . Dopo quattro anni si apre una nuova era per la atletica leggere quella post Bolt pronti a prendere il testimone saranno i vari DeGrasse , Van Nierkek , i quali dovranno dividersi l onore di far dimenticare un atleta semplicente leggendario come il jamaicano . Sarà molto interessante vedere come la gente risponderà alla assenze dai meeting di Bolt ,la paura è che l interesse per l atletica posso diminuire soppratutto nelle persone che la seguivano solo per vedere le gesta del jamaicano. In ogni caso per noi amanti dello sport l atletica ha sempre un posto tutto suo nel nostro cuore

  •   
  •  
  •  
  •