La carriera atletica giovanile (dal 2005 al 2013) di Antonella Palmisano

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

palmisano_ostrava2011Alle Olimpiadi di Rio de Janeiro è arrivato oggi il miglior piazzamento di un atleta italiano nelle gare di atletica leggera: la pugliese Antonella Palmisano si è classificata al 4° posto nella gara di marcia 20 km, vinta dalla cinese Hong Liu; al 2° posto la messicana Maria Guadalupe Gonzales, al 3° l’altra cinese Xiuzhi Lu. Risultati 20 km marcia (dal sito Iaaf).
E’ l’occasione per ripercorrere la sua carriera atletica, a partire dai suoi anni giovanili.
Nel 2005 (14 anni e 1° anno da cadetta) è una promettente mezzofondista: nei 2000 metri ottiene il tempo di 7.01.42, ai Campionati Italiani di categoria a Bisceglie, dove si piazza al 13° posto. Nei 1000 metri la sua migliore prestazione è 3.21.9 (Lauria 16 luglio).
Nel 2006 inizia a marciare e subito arrivano risultati di rilievo. Ai Campionati Italiani Cadetti che si svolgono a Bastia Umbra vince il suo primo titolo nazionale nei 3000 metri di marcia con il tempo di 24.34.92. La seconda classificata, Claudia Bussu, è staccata di circa 24 secondi. Le gare di corsa sono meno frequenti e nella stagione ottiene 3.20.7 nei 1000 metri (Taranto 8 aprile) e 7.23.16 nei 2000 metri (Molfetta 28 maggio). Il miglior tempo nei 3000 metri di marcia è 14.47.9 (Matera 7 settembre).
Nel 2007, 1° anno nella categoria allieve, vince il titolo italiano nella marcia 5000 metri a Cesenatico, con il tempo di 24.34.92. Con le precedenti gare stagionali, si conquista la partecipazione ai Campionati Mondiali Allievi a Ostrava, nei quali si piazza al 5° posto con 22.58.52, suo miglior tempo stagionale (nella foto da fidal.it).
Nel 2008, ancora allieve, vince 3 titoli italiani di categoria nella marcia indoor 3000 metri, con il tempo di 14.13.87 e nella marcia 5000 metri, con il tempo di 23.45.24 e nella marcia 10 km su strada con il tempo di 49.18. Pur militando nella categoria allieve, conquista il pass per partecipare ai Campionati Mondiali Juniores a Bydgoszcz in cui si piazza al 9° posto nei 10000 metri di marcia con il tempo di 46.22.72.
Nel 2009 passa nella categoria juniores: vince 3 titoli nazionali nella marcia (3000 metri indoor, 5000 metri outdoor e 20 km su strada). A livello internazionale vince la medaglia d’argento ai Campionati Europei Juniores a Novi Sad con il tempo di 46.59.47, sua migliore prestazione stagionale. Nei 5000 metri di marcia il suo miglior tempo stagionale nei 5000 metri di marcia è 22.49.59, realizzato con la vittoria ai Campionati Italiani Juniores a Rieti.
Nel 2010 vince nuovamente 3 titoli nazionali juniores, sempre nelle gare di marcia dei 3000 metri indoor, 5000 metri outdoor e 20 km su strada. La competizione internazionale più importante dell’anno sono i Campionati Mondiali Juniores che si svolgono a Moncton in cui si piazza al 5° posto con il tempo di 46.08.57, suo nuovo primato personale. In questa stagione, a marzo, entra a fare parte del G.S. Fiamme Gialle (in precedenza aveva militato fin dal 2005, anno del suo primo tesseramento, nella società sportiva Don Milani).
Nel 2011 entra nella categoria promesse. A livello nazionale coglie 2 secondi posti ai Campionati Italiani Promesse nei 3000 metri di marcia indoor e nei 5000 metri di marcia outdoor, preceduta in entrambe le occasioni da Eleonora Anna Giorgi, l’altra atleta italiana in evidenza oggi nella gara di marcia di Rio, prima di terminarla anzitempo per squalifica. A livello internazionale vince la medaglia d’argento ai Campionati Europei Under 23 a Ostrava nella gara di 20 km di marcia (tempo 1.36.26).
Nel 2012 è una stagione transitoria e non ottiene risultati di rilievo.
Nel 2013, ultimo anno nella categoria promesse, vince i titoli italiani di categoria e assoluto nella marcia 3000 metri indoor con il tempo di 12.53.63 e quello promesse dei 10000 metri di marcia con il tempo di 46.34.46. Vince la medaglia di bronzo nella marcia 20 km ai Campionati Europei Under 23 a Tampere in 1.30.59 e riesce ad ottenere la qualificazione per i Campionati Mondiali a Mosca dove si piazza al 13° posto ottenendo il personale di 1:30’50.

  •   
  •  
  •  
  •