L’atletica di San Marino alle Olimpiadi

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

RossiTamberiLemmi

La Repubblica di San Marino avrà il proprio rappresentante nelle gare di atletica delle Olimpiadi di Rio 2016 in Eugenio Rossi, un atleta che ormai da alcuni anni sta ottenendo risultati interessanti nel salto in alto.

Rossi è nato nel 1992 ed è tesserato dal 2014 per la società veneta Atl. Biotekna Marcon. Negli anni precedenti, a partire dalla categoria allievi nel 2008, anno in cui iniziò a praticare atletica, era stato tesserato per la Olimpus San Marino.

Il primato personale di Rossi è 2,27, realizzato il 28 giugno dello scorso anno a Caprino Veronese. Nel 2016 si è confermato ai suoi migliori livelli e il suo migliore salto è stato 2,26 ai Campionati Italiani Assoluti a Rieti il 26 giugno, dove si è piazzato al 2° posto dietro Gianmarco Tamberi, vincitore con 2,36 (nella foto il podio con Rossi, Tamberi e Lemmi). Rossi ha poi preso parte anche ai Campionati Europei ad Amsterdam 2016 dove con 2,23 ha mancato di poco l’accesso alla finale.

Nelle precedenti edizioni delle Olimpiadi, a partire dal 1976, la Repubblica di San Marino, ha avuto sempre propri rappresentanti nelle gare di atletica leggera.

Nel 1976 a Montreal furono 2 giovani atlete a rappresentare la Repubblica: Giuseppina Grassi nel salto in alto (19 anni) e Graziella Santini nel salto in lungo (16 anni). La Grassi non riuscì a ottenere la misura di qualificazione nell’alto, la Santini saltò 4,90 nel lungo. La Grassi è stata una delle atlete più forti nella storia della atletica di San Marino, mentre Graziella Santini, rivelatasi a buon livello da giovanissima, ancora oggi è una valida atleta fra le masters della Emilia Romagna.

Nel 1980 a Mosca fu in gara a rappresentare San Marino il marciatore Stefano Casali, che si piazzò al 24° posto in 1.49.22 nella 20 km di marcia.

Nel 1984 a Los Angeles ci fu ancora Stefano Casali, 35° nella 20 km di marcia con 1.35.48, mentre Manlio Molinari disputò la sua prima delle 3 Olimpiadi disputate, correndo le batterie degli 800 metri in 1.57.09.

Ai Giochi di Seoul 1988 furono presenti Dominique Canti e Manlio Molinari: per Canti 11.11 nelle batterie dei 100 metri, per Molinari 1.52.35 nelle batterie degli 800 metri.

A Barcellona 1992 la rappresentativa di San Marino schierò 5 atleti. Ne facevano parte i fratelli Aldo e Dominique Canti, franco-sammarinesi, Manlio Molinari, Nicola Selva e Gian Luigi Macina. Aldo Canti, che in una precedente edizione delle Olimpiadi gareggiò con la Francia, ottenne 21.76 nelle batterie dei 200 metri; Dominique Canti 11.14 nelle batterie dei 100 metri:  la 4×100 con i Aldo Canti, Dominique Canti, Manlio Molinari e Nicola Selva ottenne in batteria 42.08; Manlio Molinari disputò anche le batterie degli 800 che corse in 1.52.35; Gian Luigi Macina fu 66° nella maratona in 2.30.45.

Nel 1996 ad Atlanta in gara negli 800 Manlio Molinari, che corse in batteria in 1.56.08.

Nel 2000 a Sydney Gian Luigi Macina, classe 1963, gareggiò nella maratona olimpica, piazzandosi al 74° posto in 2.35.42.

Nel 2004 ad Atene fu in gara il velocista Gian Nicola Berardi che corse le batterie dei 100 metri in 10.76.

Nel 2008 a Pechino fu il velocista Ivano Bucci, tesserato per la Fratellanza 1874 Modena, l’atleta di San Marino a gareggiare ai Giochi Olimpici. Bucci corse i 400 metri in 48.54, piazzandosi al 7° posto in batteria.

Nel 2012 a Londra fu Martina Pretelli a rappresentare San Marino per l’atletica. Gareggiò nel turno preliminare dei 100 metri correndo in 12.41.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: