Olimpiadi Rio 2016: Trost e Rossit in finale nel salto in alto

Pubblicato il autore: Serena Caracausi Segui

 

Olimpiadi rio 2106: Le italiane Alessia Trost e Desiree Rossit in finale

Olimpiadi rio 2106: Le italiane Alessia Trost e Desiree Rossit in finale

Alessia Trost è in finale nel salto in alto alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. La 23 enne delle Fiamme Gialle supera brillantemente la qualificazione. L’italiana ha superato la quota di 1,94 metri al primo tentativo.
Qualificata per la finale anche l’altra azzurra, la 22 enne Desirèe Rossit, delle Fiamme Oro, che ha superato la stessa quota al terzo e ultimo tentativo. Le atlete allenate dal tecnico Gianfranco Chessa torneranno in pedana sabato (ore 1:30 di domenica 21 agosto in Italia): nella storia dell’atletica italiana non era mai successo di vedere due azzurre nella stessa finale ai Giochi Olimpici.

Oggi allo stadio Engenhão, si conquista la finale saltando 1,94 e entrando nelle migliori 12 atlete della qualificazione. Le due azzurre aprono la loro gara olimpica a 1,80, semplice come il consecutivo 1,85. Un breve imprevisto a 1,89: un’indecisione negli ultimi appoggi della rincorsa compromette il primo salto della Trost. Pelle d’oca, al contrario, per la Rossit che ha superato l’asticella alla terza prova dopo due approcci. Si sale a 1,92, una misura che inizia a ridurre una parte delle atlete che vogliono arrivare alla finale. La Trost non ci pensa due volte e sferra il primo attacco a 1,94. Dopo diverse peripezie e interruzioni Desirèe Rossit ce la fa, con coraggio e tenacia va a prendersi il pass per la finale a 1.94.
Felicissima e raggiante la Trost al termine delle qualificazioni ha dichiarato: “sono contenta, è stata una bella qualificazione, adesso testa alla finale. Ho iniziato a correre troppo veloce e per saltare non mi serve troppa velocità, sono contenta. C’è un’atmosfera bellissima, lo stadio si è riempito, un pensiero va a Gianfranco che ha lavorato tanto e purtroppo non è qui“, ha spiegato ai microfoni di Rai Sport. Gianmarco (Tamberi) mi parlava sempre delle Olimpiadi, ed è effettivamente come mi diceva lui, è un’emozione unica, sono contenta perchè l’ho vissuta con tranquillità ed è andata bene. E’ bellissimo, non so cosa dire“, ha aggiunto la Trost.

Anche l’atleta Rossit, è soddisfatta al termine delle prove ha dichiarato: “All’inizio avevo ansia ma poi ho preso calma e mi sono rilassata. Pensavo a cosa sapevo fare e quindi mi sono concentrato su quello. L’ho fatto anche per Tamberi che non ha potuto gareggiare. Sono felice perché al mio primo Europeo sono andata in finale così come alla prima Olimpiade, adesso speriamo per la finale”.

Nella notte la campionessa tricolore degli 800 metri Yusneysi Santiusti parteciperà alla prima delle tre semifinali, alle ore 2:15 italiane. Ad aprire il programma dell’ottava giornata per l’atletica alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, venerdì 19 agosto, sarà la 50 chilometri di marcia alle ore 13:00 in Italia (8:00 locali), con tre azzurri alla partenza: Marco De Luca, Teodorico Caporaso e Matteo Giupponi, che una settimana fa è riuscito ad ottenere l’ottavo posto nella 20 chilometri. Alle ore 19:30 italiane scatterà invece la 20 chilometri di marcia femminile con la primatista nazionale Eleonora Giorgi insieme ad Elisa Rigaudo, bronzo olimpico a Pechino nel 2008, e Antonella Palmisano, quinta nei Mondiali della scorsa stagione. La sessione notturna prevede il turno eliminatorio della staffetta 4×400 donne, alle ore 20:40 brasiliane (1:40 di sabato in Italia). La formazione azzurra, sarà schierata con Maria Benedicta Chigbolu, Maria Enrica Spacca, Ayomide Folorunso e la campionessa europea dei 400 metri Libania Grenot, finalista nella gara individuale sulla pista di Rio de Janeiro.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: