Rio 2016:le azzurre della 4×400 in finale con record italiano

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

4x400 italia
Grandissima prestazione delle ragazze della 4×400 nelle batterie della staffetta del miglio alle olimpiadi di Rio: la squadra azzurra, composta da Maria Benedicta Chigbolu, Maria Enrica Spacca, Ayomide Folorunso e Libania Grenot è infatti arrivata quarta nella batteria vinta dalle Giamaicane, stabilendo il nuovo record italiano in 3:25.14, migliorando il precedente limite stabilito 6 anni fa a Barcellona (3:25.71), e ottenendo la conseguente qualificazione in finale con il primo tempo di ripescaggio. Una buonissima staffetta  delle azzurre, aperta dalla Chigbolu con una frazione da 52.19 che lascia l’italia nelle ultime posizioni, ma continuata con un’ottima Maria Enrica Spacca, atleta da 53.3 che però si esalta in staffetta sparando un parziale da 51.4 che riporta l’italia in zona qualificazione, posizione che la giovanissima Ayomide Folorunso, unica variazione rispetto al bronzo di Amsterdam al posto di Chiara Bazzoni, riesce a difendere dal ritorno di Germania e Bahamas con uno split di 51.5, lasciando sfogare le avversarie per poi ripassarle nel rettilineo finale. Il testimone poi è passato a Libania Grenot, che tenta l’attacco al Canada terzo senza successo ma comunque chiude con un 50.2 in quarta posizione. E’ la seconda volta che l’Italia centra la finale olimpica, dopo Los Angeles 1984.
Grande gioia per le ragazze alla vista del tempo, con la giovane Folorunso che impazzisce letteralmente trascinando le compagne. Contenta la Grenot, alla seconda finale olimpica in pochi giorni, nel dopo gara : ” Sono molto contenta, è stata una grande staffetta, siamo unite ed è la nostra forza”. Cosi la Spacca e la Chigbolu: ” Prima di partire ci siamo dette, dobbiamo centrare la finale e fare il record, ce la dovevamo fare e ce l’abbiamo fatta. Ayomide è la più giovane e ci da una carica in più della giovanezza che noi non avremo altrimenti “. Urla di gioia anche Ayomide Folorunso, che non riesce a stare ferma.
Ora questa notte, alle 3 in Italia, ci sarà la finalissima, dove le azzurre scenderanno in pista senza nulla da perdere e tenteranno di regalarsi un’altro record italiano.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: