Rio 2016 atletica: straordinario record del mondo di Almaz Ayana nei 10000 metri

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

almaz ayana
Non potevano aprirsi nel modo migliore la gare di atletica dell’olimpiade di Rio.
Il merito è dell’etiope Almaz Ayana, che riscrive la storia dei 10000 femminili vincendo a suon di record del mondo, un sensazionale 29:17.45, più di 14 secondi sul record del mondo di Wang Junxia targato 1993.
Una gara di livello clamoroso, lanciata a ritmi infernali da subito dalla Kenyana Alice Aprot, con passaggi da record di 8:32 ai 3000 e 14:46 ai 5000, già segnale di tempo inferiore ai 30 minuti. Attorno ai 5600 parte la Ayana, che saluta la compagnia con la sola kenyana Vivian Cheruyot che cerca di inseguirla, invano. Si staccano la Aprot e l’eterna Tirunesh Dibaba, che lotteranno poi per il bronzo. La gara continua per l’etiope su ritmi indiavolati da 70 secondi al giro fino al finale segnato dal clamoroso record mondiale. Seconda la Cheruyot, che chiude a 29:32.53, primato persoanle e tempo a meno di un secondo dal vecchio record mondiale,terza la Dibaba, 29:42.46 per lei. La Aprot chiude quarta in 29:53.51. Presente in questa gara stellare Veronica Inglese, alla fine 30ma con 32:11.67, lontana dal personale , ma con una gara rovinata da una caduta che ha costretto l’azzurra a correre da sola in rincorsa. La gara è stata senz’altro favorita dalle ottime condizioni climatiche, con cielo coperto e clima fresco. Alla fine su 35 partenti 17 personali.

Nelle altre gare in pista, il primo azzurro in è Giordano Benedetti, che si qualifica per il rotto della cuffia per la semifinale degli 800, giungendo terzo per un centesimo nella sua batteria, la più tattica e lenta. Nel peso donne comanda Valerie Adams, nell’epthathlon la Ennis-Hill.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: