Allievi e masters insieme a Modena

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

FenorasiJTAllievi e masters insieme, come è ormai consuetudine in Emilia Romagna, nelle 2 giornate di settembre che assegnano i titoli regionali individuali delle 2 categorie.
Bella l’alternanza nel vedere gareggiare giovani di 16-17 anni e gli atleti più anziani.
Complessivamente sono parecchie decine i titoli assegnati nelle 2 giornate, in particolare nei masters dove sono previste categorie ogni 5 anni.
Negli allievi c’è qualche assenza soprattutto nella prima giornata, per la concomitanza con altre manifestazioni importanti. Nei masters la nutrita presenza degli atleti della Acquadela tiene a freno la non alta frequentazione delle gare in pista da parte degli atleti over 35.
Allievi scatenati nei lanci con Nicola Cipolli nel martello, per la prima volta oltre i 60 metri e di Daria Soglia nel disco, che risalgono posizioni nelle graduatorie regionali all time. Nelle altre gare bella prestazione di Attilio Dante nei 200 metri dove segna un 22.50 (+1,8) che è anche primato personale migliorato di 15/100. Nel mezzofondo successi per Alessandro Lombardi negli 800 metri con 1.59.54, Nicolò Barbieri nei 1500 metri con 4.18.34 e Riccardo Gaddoni nei 3000 metri con 9.23.57. Nelle gare di salti, si presenta in gara nella seconda giornata Andrea Dallavalle, che il giorno prima aveva stabilito a Caorle il primato personale nel salto triplo con 15,81, terza prestazione italiana di sempre per la categoria. Questa volta è sufficiente un solo salto effettuato a 14,49 per vincere il titolo regionale. E torniamo ai lanci: nel peso successo del campione italiano cadetti 2015 Ronaldo Wickremasinghe con 14,72; nel martello forse il risultato più interessante dei Campionati Regionali, grazie a Nicola Cipolli che per la prima volta supera il muro dei 60 metri. Già al primo lancio, con 58,44 segna il personale, migliorando il 57,63 ottenuto il 26 maggio a Modena. Poi al terzo turno arriva il 60,06, che lo pone al 4° posto nella graduatoria regionale all time allievi. Poi il giavellotto con Francesco Bertozzi che migliora il personale portandolo da 50,62 a 52,36.
Nelle allieve doppie vittorie per Michela Massari nei 100 con 12.76 (+1,1) e nei 100 hs con 15.26 (+0,3) e per Sara Ronchini nei 200 metri con 25.36 (+1,3) e 400 metri con 59.09. Nelle gare di mezzofondo doppietta delle atlete della Estense nei 1500 con  Ester Malacarne 4.57.54 e Caterina Mangolini 4.59.85 e bella prestazione di Chiara Tognin nei 2000 siepi con 7.43.49. Nei salti vincono Nicole Romani, una delle migliori saltatrici di questa stagione in campo nazionale, a cui è sufficiente 1,60 per dominare la gara. Nell’asta Lucrezia Lavelli eguaglia il personale di 3,50. Nei lanci un altro risultato di rilievo con Daria Soglia nel disco, che migliora il personale portandolo da 37,56 del 2015 a 38,51. Nel martello la gara è di buon livello tecnico con 3 atlete oltre i 53 metri e con misure vicine fra loro. Si aggiudica il titolo regionale Lucilla Celeghini (Fratellanza 1874 Modena) con 55,73, davanti a Jessica Mazzola (Riccione Sessantadue) con 55,09 e Elena Risi (Fratellanza 1874 Modena) con 53,92.

E veniamo ai masters: oltre ad assegnare i titoli regionali individuali, la manifestazione era valida anche come seconda fase del Trofeo Master. Questa classifica, a differenza dei C.d.S., premia soprattutto la capacità di una società di coinvolgere i propri atleti a una serie di manifestazioni su pista, come è avvenuto ad aprile a Piacenza e in questo fine settimana a Modena, con i Campionati Regionali Individuali. Infatti tutti gli atleti portano punti validi e sommabili per la classifica di società e non solo chi realizza il miglior punteggio di ogni specialità.

Da alcuni anni Trofeo Master “significa” Acquadela Bologna, che ha la capacità di portare tanti suoi atleti a queste gare e la supremazia nelle classifiche finali appare piuttosto netta. In totale i masters della Acquadela sono stati, come atleti-gara nelle 2 fasi del Trofeo, ben 119 uomini e 90 donne su un totale di 297 e 181. Senza la partecipazione della Acquadela si intuisce come queste gare avrebbero avuto una partecipazione modesta.

Le classifiche finali del Trofeo Master vedono infatti l’Acquadela dominare negli uomini con 55254 punti, davanti alla Fratellanza 1874 Modena con 39097 e alla Atletica Cinque Cerchi con 24158. In quella femminile ancora più netto il divario con le altre formazioni: l’Acquadela è prima con 44208, davanti alla Atl. Santamonica Misano con 19839 e alla Fratellanza 1874 Modena con 12365.

Ma le gare di Modena erano anche  Campionati Regionali Indviduali per i Masters. Tanti vincitori, visto che ogni categoria di ogni specialità assegnava il titolo regionale. Fra i punteggi oltre 950 punti abbiamo avuto Arrigo Ghi (sm70) a 987 punti nel triplo e 966 nell’asta, Paolo Mazzocconi (sm50) 986 punti nei 200 metri con 24.41 (+0,7), Giorgio Schiavoni (sm70) 965 punti nel martello m.c., Giuseppe Ugolini (sm55) nei 1500 metri con 4.35.90 e Paolo Franceschi (sm60) nel giavellotto con 45,87.
Fra le donne il miglior punteggio è stato ottenuto da Graziella Cermaria (sf55) con 923 punti nei 200 corsi in 31.16 (+1,1).
Da segnalare poi il coraggioso tentativo di migliore prestazione italiana negli 800 metri sm80 sfuggita per pochissimo da Giancarlo Vecchi che ha corso i 2 giri di pista in 3.11.10. Sono mancati solo 13/100 per arrivare al record, che rimane ad Antonio Nacca con 3.10.97, realizzato nel 2004.

  •   
  •  
  •  
  •