Le gare di settembre degli atleti emiliano romagnoli

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

EsPo2016RE

Siamo ormai al 10 settembre ed è possibile già a fare un resoconto della attività degli atleti della Emilia Romagna in questa fase della stagione caratterizzata dalla ripresa della attività regionale e nazionale su pista.
Oltre al Trofeo Crotti Ruggeri che si è svolto il 3 settembre a Modena e al Trofeo Tania Galeotti del 4 settembre a Reggio Emilia, si sono disputate parecchie gare fuori regione oltre all’Esagonale del Po, incontro fra 6 rappresentative provinciali emiliane e lombarde, che si è svolto il 7 settembre a Casalmaggiore, gara del calendario Fidal della Emilia Romagna.

3 settembre Brugnera – Meeting Internazionale Ospiti di Gente Unica: protagonista è il carabiniere Hannes Kirchler che vince il disco con 60,89, ma la sorpresa, a livello cronometrico, è Alice Cherciu (Corradini Rubiera) che sbriciola il suo primato personale nei 1500 metri con 4.34.48 (precedente 4.41.17 il 12 luglio a Trento). L’atleta della Corradini ha trovato la gara “giusta”, con le più forti che hanno fatto gara tattica ma ideale per togliere diversi secondi dal personale.

3 settembre Gavardo – Meeting for European Master Athletic Team: la formazione maschile della Fratellanza 1874 Modena e quelle maschili e femminili della Atletica Santamonica Misano hanno preso parte a questa manifestazione, alla sua prima edizione, a cui erano invitate le prime 6 società dei C.d.S. 2015. In gara, come individuali, anche Cristina Sanulli, sf40 della Self Montanari Gruzza, che ha corso i 100 metri in 12.99 (+1,9) e Marco Segatel sm50 della Olimpia Amatori Rimini, 1° nell’alto con 1,75. Per Atl. Santamonica Misano in evidenza, tra le altre, Graziella Cermaria, sf55 con 14.63 (+1,5) nei 100 metri e Alessandra Spadini, sf45 con 1.04.73. Per la Fratellanza soprattutto Tarcisio Venturi, sm65 nel peso e nel giavellotto, rispettivamente con 12,34 e 38,31 e Sante Galassi, sm45 con 26.91 (0,0) nei 200 hs. Nella classifica per società la Fratellanza 1874 Modena si è piazzata al 2° posto negli uomini, mentre l’Atletica Santamonica Misano è stata quarta nelle donne e ottava negli uomini. Risultati.

3-4 settembre Castiglione della Pescaia – Campionati Masters della Toscana: Gianni Becatti (Olimpia Amatori Rimini), campione internazionale master del salto in lungo, veloce nei 100 e nei 200, con 11.83 (+2,9) e 24.64 (+1,5).

4 settembre Macerata – Meeting San Giuliano: Amilcar Demetrio Bonell Mora (Olimpia Amatori Rimini) vince la gara di triplo con 14,85 (0,0).

4 settembre Novara – Grand Prix Lanci Piemonte: vittoria nel disco 1,5 kg per l’allievo Calogero Marco Volo con 46,17, molto lontano dalla sua migliore performance (55,92 a Santhià il 2 giugno), mentre Nicolò Bolla vince il martello con 56,65, vicino alla sua migliore prestazione stagionale. Fra i master 46,64 nel disco 1 kg per Ugo Coppi (Fratellanza 1874 Modena) categogira sm60.

6 settembre Rovereto – Palio della Quercia di Rovereto: in gara molti atleti reduci dalle gare olimpiche di Rio de Janeiro, con grande gara nei 1500 metri femminili con l’etiope Dibaba non lontano dal mondiale del miglio femminile con 4.14.30 e l’italiana Federica Del Buono al 4° posto con 4.28.13, migliore prestazione nazionale under 23. Fra gli atleti della Emilia Romagna, in grande evidenza Yohanes Chiappinelli, atleta toscano origianario dell’Etiopia che è passata quest’anno al C.S. Carabinieri Bologna, che ha corso i 5000 metri in 14.09.14, piazzandosi al 12° posto e 3° fra i 4 italiani in gara. Chiappinelli ha 19 anni appena compiuti ed è quindi juniores: vanta già un curriculum importante di risultati, fra i quali il recente 5° posto ai Campionati Mondiali a Bydgoszcz nello scorso luglio nei 3000 siepi con il primato italiano juniores di 8.32.66. La prestazione nei 5000 metri è la seconda all timne in Emilia Romagna, dopo il primato di Stefano Baldini con 13.54.38 realizzato ai Campionati Mondiali Juniores a Plovdiv nel 1990 dove fu 6° posto. Nel Palio della Quercia in gara anche gli altri carabinieri Hannes Kirchler, 4° nel disco con 58,90 e Eugenio Meloni, 7° nell’alto con 2,10.

7 settembre Casalmaggiore – Esagonale del Po: Reggio Emilia si aggiudica per la terza volta negli ultimi 4 anni la classifica per rappresentative provinciali all’Esagonale del Po, giunto alla 32^ edizione e che si è disputato a Casalmaggiore, con la partecipazione di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Cremona e Mantova.

Nella classifica Reggio Emilia vince con 160,5 punti e precede Parma con 150,5, Modena con 122, Piacenza con 121, Cremona con 90 e Mantova con 68.

A livello individuale fra gli allievi in evidenza Michele De Berti che vince gli 800 metri con 1.55.86, dopo un passaggio ai 400 in 55.0 e Calogero Marco Volo (Cus Parma) nel disco con 46,92. La gara di maggior contenuto tecnico è però il martello vinto da Nicolas Brighenti con 59,98 che precede in classifical modenese Nicola Cipolli a 56,63.

Nelle allieve si segnalano le lanciatrici, con Giorgia Scaravella (Atl. Piacenza) nel disco con 31,36 e la cremonese  Obianuju Chiara Okereke nel martello con 50,60.

Nei cadetti Jacopo Curti (Self Montanari Gruzza) vince i 1000 metri con 2.40.01 e Sebastiano Tizzi (Interflumina E’ Più Pomì) l’asta con 3,50.

Nelle cadette successi per le reggiane Alessia Baldini (Corradini Rubiera) nei 300 metri con 41.91, Francesca Vercalli (Atl. Reggio) nei 1000 metri con 3.15.52 e Giulia Guarriello (Sintofarm) negli 80 hs con 12.06 (-0,3) e belle vittorie per Mantova con 1,66 nell’alto per Emanuela Uwaifokun e 5,31 (-0,7) nel lungo per Alice Rodiani.

 

  •   
  •  
  •  
  •