Atletica Cenci vola a New York: quando la passione è più forte della malattia

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Atletica Cenci vola a New York per affrontare una delle maratone più belle e prestigiose del mondo. Il maratoneta non ha intenzione di fermarsi di fronte a nulla

Leo Cenci

Atletica, Cenci vola a New York

L’amore per lo sport, la passione verso qualcosa nella quale si crede realmente spesso è più forte di tutto e anche quando la vita ti mette di fronte “un mostro” difficile da affrontare per chiunque, gli stimoli giusti per poter andare avanti li può dare proprio lo stesso sport. E’ questo anche il caso di Leonardo Cenci che, nonostante tutto, volerà a New York per correre una delle maratone più prestigiose dell’intero circuito.

Atletica Cenci non ha alcuna intenzione di fermarsi. Vuole vincere

Il lato bello dello sport è anche il venire a conoscenza di storie che hanno dello straordinario o che, magari per molti sarebbero impossibili. Leonardo Cenci, infatti, non si è arreso dinanzi il destino beffardo che gli si è presentato lungo il suo cammino circa quattro anni fa quando gli è stato diagnosticato un cancro ai polmoni.
Una notizia del genere avrebbe buttato giù chiunque eppure Leonardo Cenci non solo non si è arreso ma ha anche utilizzato il suo amore per la maratona per poter raccogliere fondi proprio per gli studi relativi la lotta contro il cancro, dando vita all’associazione “Avanti Tutta” che, da quattro anni a questa parte sta contribuendo in maniera netta alla crescita dell’Ospedale di Perugia proprio per il reparto d’oncologia.
Cenci, proprio a proposito della sia malattia, alle pagine della Gazzetta dello Sport, ha detto: “Lo sport  mi ha aiutato a vivere. Nel 2012 mi avevano dato sei mesi di vita, invece eccomi qui pronto a portarmi il cancro sulle strade di New York dimostrando che vincerò io e non lui. Per me è una missione quella di motivare le persone malate, perché io ce la sto facendo quindi tutti possono andare avanti e migliorare se iniziano a praticare sport. A New York sarò accompagnato da Mauro Casciari che esordirà come me sulla distanza. Punterò a chiudere entro le 5 ore e sono certo di farcela perché questa è una sfida che non posso perdere”.
Il messaggio lanciato da Cenci è chiaro oltre che appartenenti alla categoria dei messaggi che fanno venire la pelle d’oca, tuttavia c’è l’ovvia dimostrazione che la passione talvolta può essere d’aiuto quando tutto attorno è, invece buio. 

Maratona di New York, Cenci c’è e vuole portare a termine il suo obiettivo

Mancano pochi giorni alla Maratona di New York e Leonardo Cenci è carico più che mai perché il 6 novembre ha come obiettivo di portare a termine la corsa, si è allenato per questo, ha allenato i polmoni, ai quali gli è stato diagnosticato il cancro, per poter arrivare al traguardo e per chi lo conosce non c’è dubbio che la sua scommessa la vincerà perché il perugino è uno tosto.
Leonardo Cenci è un pò come l’ideatore della maratona più famosa al Mondo, Fred Lebow che è riuscito a correre la 42 chilometri nonostante gli fosse stato diagnosticato un tumore al cervello.
A poco più di una settimana dal grande evento non ci resta che gridare tutti in coro: “Forza Leo, la Grande Mela ti aspetta”.

  •   
  •  
  •  
  •