Fine stagione 2016 ma anche inizio nuova stagione per Acquadela Bologna

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

sitoAcq6Il mese di ottobre, per la stagione di atletica, è un po’ ancora “anno vecchio”, con le ultime gare della stagione (quelle su pista, perchè la strada non ha mai interruzioni), ma è già anno della nuova stagione, in quanto è il momento in cui ci sono le nuove iscrizioni ai gruppi e ai corsi e si fanno progetti per la stagione successiva, in questo caso il 2017.

Iniziamo con il reclutamento: le settimane di settembre e ottobre sono state molto positive, con tante nuove adesioni,  soprattutto da parte di nuovi praticanti o da chi praticava atletica (e in particolare la corsa) in conto proprio.

I nuovi atleti si sono subito integrati con il gruppo e lo testimonia la massiccia presenza che si è riscontrato negli allenamenti, spesso oltre i 20.

Si è anche impostata una nuova iniziativa dedicata a chi ha intenzione di praticare la corsa per fini non agonistici, partendo proprio da zero. 2 giorni la settimana viene infatti dedicato un apposito spazio a questo gruppetto di “podiste principianti”, che con grande entusiasmo si stanno affacciando al nostro mondo. Ne seguiremo con attenzione gli sviluppi perchè rappresenta un importante bacino potenziale di nuovi iscritti/atleti, che con impegno assolutamente libero e di qualsiasi livello vogliono provare a inserirsi in un gruppo affiatato e stimolante.

Le nuove iniziative sono state discusse in una apposita riunione con il gruppo degli atleti, riunione molto partecipata e che ha avuto quindi molto successo. Nell’occasione è stato presentato un prossimo programma di iniziative, che riguardano alcune gare a cui si è intenzione di partecipare, alla programmazione degli allenamenti, a convenzioni attivate o in corso di attivazione.

Fra queste le sedute di preparazione atletica che si organizzeranno nei prossimi mesi, con la prospettiva che le possa dirigere una atleta d’eccezione: nelle file della Acquadela, c’è infatti un’atleta master che è stata un’atleta di valore internazionale negli anni ’80, Klodeta Gjini, di origine albanese, che conserva tuttora il primato nazionale di salto in alto di quella nazione e che ha preso parte nel 1983 alla prima edizione dei Campionati Mondiali ad Helsinki. Si è già svolta una prima seduta martedì 18 ottobre, che ha avuto la presenza di oltre 20 atleti (dagli agonisti ai principianti) che verrà ripetuta nelle prossime settimane.Klodeta1

Fra le altre iniziative si sono programmati allenamenti trail sulle colline bolognesi che vengono effettuati in genere il sabato mattina, mentre alcuni nostri atleti hanno anche preso parte a una manifestazione trail  a Ripoli di San Benedetto Val di Sambro, che nelle intenzioni degli organizzatori, dovrebbe diventare una classica del trail regionale nei prossimi anni.

Altri 2 avvenimenti di colore in queste ultime giornate: Paolo Franceschi, campione italiano master di lancio del giavellotto nella categoria sm60, ha festeggiato il compleanno dei suoi 60 anni organizzando una manifestazione a Zocca alla quale hanno preso parte, come ospiti, alcuni amici della Acquadela, mentre Matteo Magarotto ha corso una fantastica mezza maratona trail a Fuerte Ventura, indossando in una gara all’estero la maglia della Acquadela.
sitoAcq19

Per quanto riguarda le gare di ottobre, ci sono state le ultime gare su pista, varie manifestazioni su strada e la terza e quarta prova del Bologna Cross 2016.

Per la pista il seniores Tommaso Rabbi, che aveva dovuto interrompere la stagione a primavera per un infortunio, è riuscito a ritornare alle gare, purtroppo a stagione quasi conclusa, con i personali nei 100 metri con 11.58 e nei 400 metri con 53.99, il 2 ottobre a Padova.

Per il settore giovanile, dopo i Campionati Regionali Cadetti a Reggiolo, c’è stata l’ultima gara per Alice Tedeschi e Marta Pederzani, convocate come rappresentativa provinciale al Trofeo delle Province che si è svolto a Faenza il 16 ottobre. Alice Tedeschi si è piazzata al 2° posto nei 300 metri con il tempo di 43.65, alle spalle della fortissima Alessia Baldini, figlia del campione olimpico di maratona ad Atene 2004. Per Marta Pederzani 9° posto nel martello con la misura di 20,11. Anche grazie al loro contributo, la rappresentativa di Bologna ha vinto la classifica per rappresentative.sitoAcq4

Le gare su strada si sono svolte ogni domenica praticamente senza soluzione di continuità. I nostri atleti hanno preso parte, fra le altre gare, a Selva Malvezzi il 17 settembre, alla Race for The Cure il 25 settembre, a Cento il 2 ottobre, 2 alla Tre Monti di Imola il 16 ottobre, alle mezze maratone Run Tune Up a Bologna il 18 settembre, Formigine il 16 ottobre, Calderara 30 ottobre. Particolare rilievo ai tempi ottenuti alla Mezza di Calderara dal rientrante Moreno Gasparini, 9° in 1.19.07 e Sandro Calori, 13° in 1.20.23.

Per quanto riguarda il Bologna Cross si sono disputate la terza prova a Sant’Agata Bolognese il 22 ottobre e la quarta prova a Castenaso l’1 novembre. Fra i piazzamenti delle atlete della Acquadela il doppio successo di Patrizia Passerini in entrambe le prove nella categoria sf50 e i piazzamenti ottenuti da Alice Benini a Sant’Agata, al rientro alle gare dopo alcuni anni e do Enrica Vandelli a Castenaso. Nelle sf60 2 secondi posti per Donata Pagliuca. Nella classifica di società l’Acquadela, dopo il recupero della prima posizione nella classifica femminile dopo la prova di Sant’Agata Bolognese, alcune assenze a Castenaso hanno riportato la posizione ancora al 2° posto, mentre gli uomini sono risaliti al 4° posto, dopo Atl. Castenaso, che ha effettuato nella gara di casa un grande recupero sul Pontelungo, mentre stabile al 3° posto permane la San Rafel.

sitoAcq20

 

  •   
  •  
  •  
  •