Il Campionato italiano Vigili del fuoco di fondo su pista

Pubblicato il autore: Loredana Falduzza Segui

vf2016
A Roma, nell’ambito delle iniziative riguardanti l’inaugurazione della nuova pista di atletica leggera e del campo di calcio del comprensorio delle Scuole centrali antincendi, si svolta la settima edizione del Campionato italiano Vigili del fuoco di fondo su pista. La competizione, ultima delle sei previste nel Circuito podistico Vvf 2016, ha visto sulla linea di partenza circa cento vigili del fuoco provenienti da ventuno comandi provinciali di tutta Italia.

Dal sito internet ufficiale dei vigili del fuoco si apprende che il “vincitore assoluto della competizione è stato Michele Bedin del Comando provinciale di Padova, che ha chiuso i 5.000 metri nel tempo di tutto rispetto di 16’34’, staccando di quasi mezzo minuto Osvaldo Zanella (Belluno) e Alessandro Mangino (Verbania)”. Per la classifica a squadre, i vigili del fuoco del Comando di Roma, presenti con oltre 15 atleti, sono saliti sul gradino più alto del podio. A seguire Milano e Belluno.

Sul sito web dei Vigili del fuoco si legge, inoltre: “Il circuito podistico Vvf. 2016 è stato vinto, in campo maschile, per l’ennesima volta da Michele Bedin di Padova mentre, in campo femminile, da Paola Dal Mas di Belluno. Nella classifica a squadre si è visto, invece, il sorpasso del Comando di Belluno ai danni di quello di Padova che, dopo essere stato in testa per le prime 5 gare, si è visto soffiare il gradino più alto del podio, per soli 3 punti, proprio dai colleghi bellunesi”. La premiazione si è tenuta nella palestra dell’Area formazione motoria professionale. Presenti il dirigente dell’Ufficio per le attività sportive, Fabrizio Santangelo, e il comandante delle Scuole centrali antincendi, Carlo Metelli.

Il 7 novembre, nel complesso delle Scuole centrali antincendi, alla presenza del ministro dell’Interno, del presidente del Coni, del Capo dipartimento e del capo del Corpo nazionale, sono stati presentati i primi 11 atleti delle Fiamme rosse ed è stata inaugurata la nuova pista di atletica leggera ed il campo di calcio risistemato per l’occasione. Il ministro Angelino Alfano, “ha ricordato agli atleti appena entrati a far parte del Corpo nazionale che saranno atleti per alcune stagioni, ma Vigili del fuoco per tutta la vita. Ha rimarcato, inoltre, che non c’è futuro senza memoria e che tra i ricordi che rendono grande un corpo ci sono anche le vittorie sportive. Ha poi voluto ringraziare i Vigili del Fuoco che dal 24 agosto stanno lavorando al terremoto in centro Italia e che, con il loro intervento, hanno salvato donne e uomini, lavorando con efficienza ed umanità”, si legge sul sito ufficiale del Vigili del fuoco.

Alfano ha premiato dodici tra atleti e allenatori che si sono particolarmente distinti, durante l’anno, a livello internazionale: Giovanni Scarantino, caposquadra di Caltanissetta, tecnico Fipe, ha partecipato ai giochi olimpici di Rio de Janeiro in qualità di allenatore; Andrea Vivian, della direzione regionale Lombardia, preparatore atletico Fis, ha preparato la squadra di spada maschile che ha vinto l’argento alle ultime Olimpiadi; Lorenzo Mora di Modena, accompagnato dall’allenatore Luciano Landi, ha partecipato agli Europei in vasca corta di nuoto nella specialità 200 dorso; Edoardo Bernini, di Livorno, accompagnato dal suo allenatore Maurizio Quercioli, che ha partecipato al campionato mondiale juniores di canottaggio; Saverio Brutto e Antonio Flecca di Catanzaro si sono distinti nel taekwondo, grazie anche al loro allenatore  Francesco La Face. Riconoscimento, nel canottaggio, a Paola Piazzolla e Eleonora Tritella e al loro allenatore Alessandro Simoncini. Nel corso della manifestazione manifestazione è stato consegnato, dal contrammiraglio dello Stato Maggiore della Difesa, Carmelo Bonfiglio, il “distintivo dello sport” anno 2015 a due atleti Vigili del Fuoco che si sono distinti a livello nazionale: Ruben Marvice, di Reggio Calabria, che ha vinto il campionato italiano di lotta greco romana categoria 59 kg, e Saverio Scaramuzzi di Bologna, che nella stessa specialità, si è imposto nella categoria 74 kg.

  •   
  •  
  •  
  •