Maratona di New York 2016, domani la 46^ edizione

Pubblicato il autore: valerio vitali Segui

maratona_new_york_1200

La Maratona di New York è uno di quegli avvenimenti sportivi immancabili durante l’anno. Sebbene non ci siano squadre a contendersi un titolo prestigioso, questo evento condiziona decina di migliaia di persone che durante tutto l’anno si preparano per affrontare una “sfida” come questa.

Il percorso

Dal 1970, ossia da quando si è deciso di inaugurare la Maratona, il percorso è rimasto sempre intatto, senza subire particolari spostamenti e anche quella di quest’anno partirà da Staten Island e terminerà davanti al consueto ristorante (ormai davvero famosissimo) Tavern on the Green.
Durante tutto il tragitto, che si snoda per le vie di New York nei canonici 42 km di una maratona, gli atleti non possono soffermarsi, a meno che non vogliano dissetarsi velocemente in uno dei check-point messi a punto dall’organizzazione. Oltre a questo, è anche obbligatorio per i partecipanti non superare il limite consentito di otto ore e mezza per portare a termine la propria corsa.
Tra i punti di principale riferimento della “Grande Mela” ci sono il ponte di Queensboro e Central Park, senza dimenticare poi che la maratona toccherà in largo anche tutti i quartieri più importanti della città: dal distretto di Harlem, passando per Manhattan e il Queens.

Leggi anche:  Dove vedere Catania-Cavese: streaming gratis e diretta tv Serie C

L’ Italia e la maratona

Il nostro Paese ha sempre contribuito a rendere grande questa competizione nella sua seppur breve storia. Una stima dell’organizzazione della maratona, la NYRR, fondata da Fred Lebow e Vince Chiappetta (guarda un pò il caso anche lui italo-americano) afferma che le presenze nella storia della maratona di New York sfiorano il milione e che la seconda nazione più rappresentativa è proprio l’Italia.
Anche per l’edizione di quest’anno in tanti nostri connazionali si sono iscritti, alcuni con l’obiettivo di gareggiare e basta, altri con la voglia di entrare a far parte di un evento mondiale, ma anche tanti altri che hanno come obiettivo quello di vincere, magari dopo essersi allenati un anno intero per questo scopo.
Nell’ Albo d’Oro della manifestazione figurano poi anche quattro altri italiani, tra cui l’indimenticato Orlando Pizzolato, che con i suoi due successi consecutivi nel 1984 e 1985 ha conquistato l’attenzione di gran parte degli italiani, tant’è che un altro italiano l’anno successivo è stato premiato all’ombra della Statua della Libertà e si tratta di Gianni Poli.
L’ultima volta è toccato ad una donna di Roma, Franca Francioni, che ha portato a casa l’ambito trofeo nel 1998.
Per domani sono previsti all’incirca 2800 partecipanti provenienti dall’Italia, che cercheranno di fare bella figura e sfidare magari i più quotati kenioti.

Leggi anche:  Dove vedere Openjobmetis Varese-Olimpia Milano: streaming e diretta tv?

Allerta massima

Come al solito in questi casi la polizia di New York ha aumentato la vigilanza lungo le strade della città. Questo evento infatti porta con sé un gran numero di persone, all’incirca 15,000 e sarà difficile anche fatico so per la “macchina organizzativa”, considerando poi che tra pochissimi giorni poi ci saranno anche le elezioni negli USA.

Dove vedere la gara

Oltre ai soliti siti streaming, anche la RAI mette a disposizione il suo principale canale sportivo (al numero 57 del digitale terrestre) per trasmettere la maratona, dalle ore 15:10 in poi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: